Palinuro, ricerche sospese per la seconda notte: del corpo del 19enne non c’è traccia

0
11

La tragedia che si è consumata nel pomeriggio di martedì 17 luglio a Palinuro, nel Cilento, non è ancora finita. Pasquale Lettieri, giovane 19enne di Rofrano, è annegato nel tratto di mare antistante la spiaggia libera in località Saline, mentre faceva il bagno in compagnia di un amico, Manuel Gregorio. Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, i ragazzi si sarebbero tuffati nonostante le proibitive condizioni del mare. Pasquale è stato risucchiato dalla corrente insieme all’amico, ad intervenire sono stati i bagnini del lido più vicino. Geppino Calicchio ha tratto in salvo Manuel e un terzo turista. Per il giovane 19enne non c’è stato nulla da fare. Il corpo del ragazzo non è stato ancora recuperato dopo oltre 24 ore dal fatto. Sul posto sono a lavoro gli uomini del locale Ufficio circondariale marittimo, i sommozzatori dei vigili del fuoco di Napoli e alcuni volontari. La procura della Repubblica di Vallo della Lucania ha avviato una inchiesta. 

LE FOTO

I genitori di Pasquale sono stati accolti da una struttura turistica della zona. La mamma, sotto shock, ha tentato di gettarsi in mare per recuperare il cadavere del figlio che non è stato più avvistato dalla serata di martedì. In quell’occasione, però, i guardiacoste non sono riusciti a recuperarlo, il mare era davvero troppo agitato. Questa mattina, intorno alle 5.45, sono ripartite le ricerche. Gli uomini del comandante Giovanni Paolo Arcangeli hanno perlustrato la zona palmo a palmo. In superficie non c’è traccia. E’ probabile che il cadavere sia rimasto incastrato tra gli scogli. Toccava ai sommozzatori andare a controllare in un punto dove il 19enne potrebbe essere rimasto prigioniero del suo stesso destino. Tra il lido Mijeo e la Baia degli Angeli, infatti, si sono concentrate per la maggiore le operazioni di ricerca. I sommozzatori, però, con le condizioni meteo marine ancora proibitive, non possono entrare in azione.

Domani, giovedì, all’alba riprenderanno le ricerche per il terzo giorno. Il mare dovrebbe calmarsi. Sono a quel punto i sub entreranno in gioco. Intanto a Palinuro l’elicottero della guardia costiera ha destato curiosità e scalpore tra i turisti. Nei pressi del lido Urlamare è stata allestita una sorte di centrale operativa. Sotto al gazebo, insieme ai soccorritori e alle amministrazioni comunali di Centola e Rofrano, sono rimasti per tutto il giorno anche i parenti e gli amici di Pasquale.

©Riproduzione riservata

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here