San Marco di Castellabate, esche avvelenate: cane salvato in extremis

di Antonio Vuolo

Cane ingerisce un’esca avvelenata, il padrone lo salva e denuncia: «State attenti se andate in vacanza con i vostri amici a quattro zampe». È accaduto a San Marco di Castellabate e a denunciare l’accaduto è lo sfortunato protagonista, un vacanziere. «Il mio cane ha ingerito l’esca e sono riuscito a salvarlo per la velocità con cui ho agito, – racconta l’uomo – Mi piacerebbe che i residenti e i turisti venissero informati di stare all’erta».

Il fatto è avvenuto nei pressi di via Catarozze, di fronte l’ex cinema. Il vacanziere, in contatto telefonico con il suo veterinario di fiducia, è riuscito a salvare il cane perché è riuscito ad eseguire quello che il medico gli ha detto, ovvero far vomitare il prima possibile l’animale facendogli ingerire due cucchiai di sale grosso, manovra che è subito risultata positiva e che ha salvato il suo cane. Il turista denuncerà il tutto ai carabinieri.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Antonio Vuolo

Giornalista e comunicatore per passione e per professione da ormai oltre 10 anni, se non ho perso il conto. Il segreto? Avere dentro di sé sempre la stessa curiosità di un bambino. Mi appassionano i temi legati soprattutto alle questioni di attualità, allo sport, al territorio. Quando non sto con una penna in mano o una telecamera davanti, potete “trovarmi” in giro in qualche angolo del Cilento o del mondo, oppure più semplicemente in un bar a sorseggiare un calice di vino con gli amici.
Tutti gli articoli di Antonio Vuolo

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019