• Home
  • Opportunità
  • Piano per il lavoro: incentivi a sociale e verde. Centri per l’impiego, parte la riorganizzazione

Piano per il lavoro: incentivi a sociale e verde. Centri per l’impiego, parte la riorganizzazione

di Maria Antonia Coppola

L’approvazione del piano per il lavoro slitta a martedì prossimo ma il documento è pronto. La bozza predisposta dall’assessore al Lavoro della Regione Campania, Severino Nappi, è stata già visionata e sostanzialmente approvata dal governatore Stefano Caldoro. Due le novità principali: la riorganizzazione dei centri per l’impiego, che aumenteranno di numero e offriranno servizi più qualificati ai lavoratori ed alle imprese, e l’avvio del progetto di recupero delle aree a forte tradizione industriale. In quest’ultimo caso la Regione valuterà la vocazione produttiva del territorio favorendo lo sviluppo delle aziende già insediate e promuovendo la nascita di nuove realtà in un contesto di filiera. Rispetto alle anticipazioni sulla prima bozza del Piano sono confermati i programmi di sostegno per la microimpresa, riqualificazione dei cassintegrati, formazione professionale in azienda e non più nei centri specializzati, aiuti per la fase di start up delle realtà produttive in fase di avvio. Un tavolo permanente al quale aderiranno imprese, sindacati ed istituzioni valuterà lo sviluppo del Piano.

LA FORMAZIONE
Primimpresa è il progetto che l’assessore Severino Nappi ha ideato per consentire a giovani neolaureati e neodiplomati della Campania di effettuare un primo tirocinio in azienda. La misura prevede un bonus per le imprese che trasformano l’attività formativa in contratto di lavoro. Its, invece, prevede un sistema di inserimento nel mercato del lavoro, ed in via principale nella filiera tecnica e scientifica, degli studenti iscritti agli istituti professionali della Campania.
L’attività svolta per ottenere una specializzazione è parte integrante di “Più apprendi più lavori”, progetto rivolto ai giovani di età compresa tra i 18 ed i 29 anni. Con “Dottorati in azienda” la Regione punta a potenziare i settori ad elevato contenuto tecnologico attraverso l’inserimento in azienda di giovani ricercatori.

MISURE SPECIFICHE
Si chiama “Più Sostegno” il programma ideato per sostenere la gestione delle crisi aziendali e favorire la ricollocazione dei dipendenti con particolari qualifiche professionali. Il piano per il lavoro guarda con interesse anche ai settori in via di sviluppo e con il progetto “Più Verde” favorisce l’occupazione, con preventiva attività di formazione presso la realtà produttiva di riferimento, dei giovani di età compresa tra i 18 ed i 29 anni nell’ambito della green economy. Le imprese, in questo caso, ricevono un incentivo per la sottoscrizione di un contratto di apprendistato professionalizzante con il lavoratore. Di cifre precise si parla a proposito di “Più sviluppo più lavoro”, il sistema di aiuti alle aziende che assumono disoccupati di lunga durata. La misura riceve in via preventiva un finanziamento di 7,5 milioni di euro.

INLA E ARCO
Le due misure vengono confermate. Inla2 prevede azioni per l’inserimento nel mercato del lavoro di giovani di età compresa tra 18 e 24 anni con scolarizzazione bassa o molto elevata e disoccupati di lunga durata che hanno poche possibilità di reimpiego ed un’età non superiore ai 32 anni. Arco, invece, è studiato per essere applicate nelle realtà della Campania caratterizzate dalla presenza di attrattori paesaggistici, naturali e culturali e favorisce la creazione di Pmi nei settori di artigianato e commercio.

AIUTI ALLE IMPRESE
Elfi è una misura concepita per valorizzare le idee industriali innovative e vincenti, realizzare il progresso tecnico ed economico e massimizzare l’integrazione fra produzione, lavoro e formazione. Con Primimpresa si favorisce l’inserimento nel mercato del lavoro degli operatori socio sanitari mentre Concilia è un progetto rivolto essenzialmente alle donne e punta ad eliminare gli ostacoli per l’avanzamento di carriera e lo sviluppo professionale. Ai soggetti che vivono in quartieri svantaggiati delle città campane è rivolto “Quadrifoglio 2”, il progetto che mira a creare imprenditori nei contesti sociali più emarginati. E’ di nuova concezione anche “Imprese spin off da ricerca”, una misura che promuove lo sviluppo duraturo nel sistema della ricerca regionale di capacità e competenze con cui favorire il trasferimento tecnologico mediante la nascita di imprese spin-off.

Il nuovo piano regionale per l’occupazione
I progetti dell’Asse 1
Formazione e lotta alla disoccupazione
• Primimpresa: progetti di inserimento formativo per
il primo lavoro
• Its: percorsi di accompagnamento al lavoro degli studenti di istituti professionali
• Più apprendi più lavori: sistema di incentivi per
stipulare contratti di apprendistato professionalizzante
• Dottorati in azienda: apprendistato per alta formazione
• Cig Più: piani di riqualificazione professionale per cassintegrati
• Integrazione e regolarizzazione del lavoro agli immigrati: incentivi per imprese che stipulano contratti di   apprendistato professionalizzante
• Più Sostegno: modello di intervento in caso di crisi aziendale o occupazionale
• Lavoro e Sviluppo: percorsi di tirocinio e offerte di occupazione
• Più Verde: piano per sviluppare occupazione nella green economy
• Più sviluppo più lavoro: incentivi per assunzione di giovani e disoccupati di lunga durata
• Minimi termini: incentivi per assunzione dei lavoratori atipici e promozione dei sistemi di sicurezza
• Dal lavoro utile al lavoro stabile: piano di stabilizzazione dei Lsu
• Inla2: azione di sistema regionale per creare nuova occupazione
• Arco: piano per lo sviluppo territoriale sostenibile
• Istruzione che forma: piano anti dispersione scolastica
• Elfi: formazione per lo sviluppo locale
• Primimpresa Oss: tirocinio di inserimento lavorativo per operatori socio sanitari
• Microcredito-Microimpresa: piccoli prestiti per sostenere attività di servizi a imprese e persone
• Concilia: servizi e sovvenzioni a sostegno della conciliazione
• Quadrifoglio 2: inclusione sociale e inserimento lavorativo in quartieri svantaggiati

I progetti dell’Asse 2
Sostegno per la creazione di nuove imprese
• Imprese spin off da ricerca: sovvenzioni individuali per la creazione di nuove imprese
• Imprendo: incentivi alla creazione di impresa e consulenza per lo start up
• Fo/cos: formazione continua per sviluppo e competitività Pmi campane
• Piccola e media impresa: piano per favorire accesso al credito
• Impresa sociale: sostegno per accesso al credito, servizi e sovvenzioni
• Paesaggi e Passaggi: sperimentazione di un modello di sviluppo locale in aree di vecchia e nuova industrializzazione
• Più Sicurezza: azioni di prevenzione rivolte al mondo delle Pmi operanti nei settori ad elevato rischio
di incidenti

I progetti dell’Asse 3
Servizi ai lavoratori ed alle imprese
• Servizi per l’impiego: nuovo masterplan regionale
• Sistema informativo e Osservatorio sul mercato del lavoro: i nuovi sistemi tecnologici e la ricerca nelle funzioni di supporto alle politiche del lavoro
• Tavolo permanente di concertazione: organismo che coinvolge imprese, sindacati e istituzioni

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019