Al Castello Palamolla di Torraca la cerimonia del ‘Premio Cicas Turismo’

0
18

Terzo anno del ‘Premio Cicas Turismo’. Il premio vuole essere un riconoscimento ai tanti salernitani che, con il loro operato, si sono distinti nei vari settori di competenza, ponendosi all’attenzione nazionale ed internazionale. Nelle due edizioni precedenti, svoltesi a Sapri, tanti sono stati gli ospiti illustri premiati, tra gli altri il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia. Anche il parterre di quest’anno è di prim’ordine. Oltre al tradizionale Premio Cicas Turismo, consegneremo anche dei riconoscimenti speciali a personaggi che hanno legato il proprio lavoro e la propria attività in rappresentanza del proprio territorio di appartenenza in giro per la penisola. Ancora un nuovo riconoscimento quest’anno, ad una personalità, se pur non nativa delle nostre terre, che ben incarna lo spirito degli abitanti delle Terre del Bussento.

Questi i premiati dell’edizione 2017, secondo la giuria di qualità presieduta dall’avvocato Franco Maldonato:

Claudio Gubitosi, fondatore e direttore artistico del Giffoni Film Festival
Nello Pepe, Regista Rai
Giovanna Voria, Ambasciatrice della dieta Mediterranea 2017 nel mondo
Francesco Pinto, Direttore centro di produzione Rai Tv di Napoli
Luciano Pignataro, Giornalista e Critico Enogastronomico

Riconoscimenti speciali anche per:

Enzo Crivella, Chef Glacier
Nicolangelo Marsicani, Olivicoltore
Mauro Rosati, Giornalista e Foodwriter, presidente fondazione “Qualivita”

Durante la serata Carlo Maria Todini, accompagnato alla chitarra da Leo Coppola, ricorderà Totò in occasione del suo 50° anniversario di morte. L’evento sarà preceduto da “Terre del Bussento Food Experience” previsto per le ore 21.00 nella corte del Castello Palamolla. Undici aziende del territorio metteranno in mostra i loro prodotti per poi offrirli agli ospiti del premio. Sempre nella serata del 4 nascerà a Torraca “L’accademia della cucina contadina” della quale ne è direttore creativo Eenzo Crivella. Lo scopo di tale iniziativa è custodire gelosamente i sapori e i saperi delle Terre del Bussento. Fanno parte del comitato scientifico dell’Accademia giornalisti, ristoratori, docenti universitari, sommelier, cultori di storia locale, produttori, nutrizionisti e antropologi.

©Riproduzione riservata

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here