• Home
  • Cultura
  • Galleria d’arte “Celia”: laboratorio creativo e spazio di promozione artistica

Galleria d’arte “Celia”: laboratorio creativo e spazio di promozione artistica

di Maria Antonia Coppola

La galleria d’arte “Celia”ha l’obiettivo di diventare un punto di riferimento dell’intero territorio cilentano ed oltre,per la promozione artistica di pittori e pittrici,di artisti in generale,promuovendo esposizioni e vendita di opere, ma soprattutto per tutti coloro che amano l’arte e credono nella magia delle svariate culture.
Con ostinazione il maestro, ha organizzato,in piena autonomia e a sue spese, un piccolo spazio espositivo per gli artisti in generale, ma soprattutto per promuovere giovani talenti che non hanno nessuna possibilità di esporre i propri lavori se non partecipando ai numerosi mercatini che d’estate riempiono le piazzette dei nostri splendidi paesi. Il luogo naturale dell’arte è la “galleria”,con le sue luci, le sue atmosfere, luogo magico dove si può ancora parlare a bassa voce e perché no, anche fare un buon investimento.
Luigi Celia, già presidente dell’associazione artistico culturale “Il vicolo” laboratorio artistico, è ottimista e lungimirante e già pensa all’inverno, infatti, il programma prevederà l’organizzazione di corsi di pittura per adulti e bambini, attraverso la collaborazione della scuola locale e delle altre associazioni culturali.
Non una operazione imprenditoriale, ma un esempio di mecenatismo. L’idea di circondarsi di artisti e intellettuali, di chiamare e richiamare nei nostri luoghi queste personalità, equivale a dare maggiore lustro e fama al nostro splendido territorio.
Celia con questa iniziativa,introduce autorevolmente il dibattito sul turismo culturale, di cui tanto si parla ma mai niente si è fatto di concreto.
L’idea di riqualificare il nostro territorio attraverso un turismo rivolto ai beni culturali e alla cultura in generale, è sinonimo di civiltà, accresce le conoscenze arricchendo le personalità. E’ auspicabile che il “turismo culturale”diventi luogo d’incontro e di confronto, fuori da ogni tentazione conflittuale, tra aziende turistiche e aziende culturali, utile a chiarire l’interdipendenza necessaria delle due componenti, per studiare un modello di riferimento comune, alternativo e necessario a far decollare la nostra economia.
 

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019