‘I tesori nascosti della Campania’, studenti di Teggiano protagonisti con le opere ispirate alla Divina Commedia

Infante viaggi

Tutto pronto per la manifestazione conclusiva del progetto ‘I tesori nascosti della Campania‘ che, adottato dalla rete regionale dei Licei artistici, si terrà oggi, 6 maggio.

Promosso dalla Direzione scolastica regionale per la Campania, nella persona del direttore generale Luisa Franzese, il progetto si pone l’obiettivo di far conoscere e promuovere alcuni dei più interessanti beni artistici e culturali presenti nelle cinque province campane, ancora  poco conosciuti al grande pubblico. Al progetto, che ha visto coinvolti alunni, docenti, genitori e rappresentanti di numerosi enti ed istituzioni dei diversi territori, partecipano i 36 licei artistici della Regione Campania. Ricco e variegato il programma riferito alle attività promosse dai cinque licei artistici presenti in provincia di Salerno per la giornata del 6 maggio.

Gli studenti del Liceo artistico di Teggiano saranno impegnati presso la chiesa di Sant’Angelo – Lapidario, con l’esposizione di opere ispirate ai canti della Divina Commedia, presso il complesso conventuale della SS.Pietà dove sarà allestita una mostra sul Battistero paleocristiano San Giovanni in Fonte, presso il Museo delle arti e tradizioni popolari, e presso tutte le chiese presenti nel entro storico, tra cui la cattedrale di Santa Maria Maggiore. 

Il Liceo artistico Sabatini di Menna di Salerno, invece, presso il Museo archeologico nazionale di Pontecagnano allestirà una mostra pittorica  posta all’esterno, eseguita con la tecnica dell’anamorfosi che ha la finalità di rendere individuabile l’attuale percorso al museo e provvederà ad attivare  tre itinerari che prevedono l’esposizione di bozzetti, , dimostrazione di tecniche di restauro e realizzazione in loco di disegni ‘a mano libera’ e  dimostrazione di tecniche di restauro.

  • assicurazioni assitur

Presso il complesso monumentale di San Pietro a Corte  saranno, invece, presentati lavori di rilievo,  mentre presso il Museo diocesano ‘San Matteo’ saranno presentati gli studi di catalogazione e di rielaborazione  delle principali sezioni conservative del museo. Gli studenti del Liceo artistico ‘Galizia’ di Nocera Superiore, invece, saranno impegnati presso il Battistero Paleocristiano di Santa Maria Maggiore di Nocera Superiore, quelli del liceo artistico ‘Perito’ di Eboli” presso Le fornaci romane di Eboli, datate fra il II e il IV secolo a.C. e rinvenute nel 1974 nel giardino della chiesa dei Santi Cosma e Damiano, sulle pendici della collina del Montedoro.

«Il progetto – riferisce la preside del Sabatini-Menna Ester Andreola – muove dal riconoscimento della centralità della scuola nella formazione della cultura delle nuove generazioni e dei cittadini, in un mondo in continua trasformazione».

©Riproduzione riservata 

assicurazioni assitur