Tortorella, dal 9 all’11 agosto l’eco mostra ‘Ciaramilli e graste’: scritture e segni sui coppi del Cilento

0
24

Quante volte, percorrendo le strade del Cilento, è capitato di incontrare paesi arroccati con grappoli di case bianche dai tetti rossi. Nell’immaginario collettivo, l’essenza dell’architettura cilentana è simboleggiata proprio da costruzioni intonacate di bianco con tetti rigorosamente ricoperti da coppi rosseggianti. Tra tutte le migliaia che stanno sui nostri tetti se ne trovano alcuni che portano incisi segni o scritte. I muratori ne trovano uno ogni ventimila coppi vecchi, ma sono pochi quelli che vengono raccolti e conservati. A Tortorella dal 9 all’11 agosto, nella sala consiliare del Comune, sarà possibile invece visitare l’eco mostra del Museo itinerante ‘Ciaramilli e graste’ curata da Arnaldo Iudici e Gianluca Berardi, e realizzata in collaborazione con la Pro Loco di Tortorella. 

«Analizzando le diverse tipologie di scritture – spiegano gli organizzatori della curiosa mostra – si è visto che le prime testimonianze di cui si dispone riportano la data di fabbricazione, chiaro desiderio di fermare il tempo e della indicazione della fabbricazione. Seguendo l’ordine delle date si vede emergere il desiderio dell’affermazione di se stesso di fronte al mondo: appaiono nomi, cognomi e mestieri. Ma il desiderio di lasciare testimonianze di sé, dell’esistente, del vivente passa anche attraverso i simboli, rappresentanti persone, animali, scherzi, ma anche segni misteriosofici oltre ad alcuni incomprensibili». In concomitanza con la mostra il 9 e 10 agosto si svolgerà la manifestazione “Tra Vicoli e Cortili”, una passeggiata enogastronomica nel centro storico di Tortorella con l’esposizione dell’artigianato locale.

© Riproduzione riservata

Info: Arnaldo Iudici (arnaldoiudici@gmail.com)
        Gianluca Berardi (gianberardi@libero.it)


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here