• Home
  • Cronaca
  • A Grosseto il sindaco di Camerota ritira il premio per la spiaggia più bella d’Italia e Troccoli lo dedica ai giovani del territorio

A Grosseto il sindaco di Camerota ritira il premio per la spiaggia più bella d’Italia e Troccoli lo dedica ai giovani del territorio

di Luigi Martino

Sabato a Grosseto si è tenuta la cerimonia di premiazione del concorso di Legambiente ‘La più bella sei tu’ che ha incoronato come regina dell’estate 2013 la spiaggia di Cala Bianca a Camerota. Una delegazione dell’amministrazione comunale ha raggiunto la Toscana per ritirare il premio: un vessillo con il cigno verde dell’associazione ambientalista. La bandiera è stata consegnata al sindaco di Camerota Antonio Romano e al consigliere Ciro Troccoli.

Lunedì mattina, invece, sul porto di Marina di Camerota l’amministrazione comunale ha consegnato il vessillo all’intera comunità camerotana. Oltre al sindaco e Troccoli erano presenti Alfonso Esposito, assessore con delega al Demanio, Amleto Tarani, comandante della capitaneria di porto, Enrico Bottiglieri, delegato al turismo della Camera di commercio di Salerno, la lega navale di Camerota e Rosanna Mazzeo, direttrice dell’ecomuseo del paleolitico di Marina di Camerota. Per l’occasione il Comune di Camerota ha chiesto al parco di accelerare le procedure per l’attuazione del regolamento di gestione della spiaggia di Cala Bianca.  «Anche se – ha rassicurato Troccoli – non c’è nessun rischio per  l’ecosistema, la zona è costantemente presidiata. A breve sarà pubblicata un’ordinanza speciale per la spiaggia. I parlamentari del territorio – ha continuato il consigliere con delega all’Ambiente – si occupino anche di far arrivare i fondi ai Comuni per la tutela del territorio perchè non bastano gli appelli, il Comune sta garantendo la pulizia con i propri operai». Riguardo la premiazione e il traguardo raggiunto Ciro Troccoli ha precisato:«Il premio quale spiaggia più bella d’Italia a mio avviso va dedicato ai giovani del territorio che si sono dati da fare per promuovere questa splendida spiaggia e alle tante persone che ogni giorno si impegnano per la tutela del nostro meraviglioso territorio».

©

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019