Ospedale di Sapri, in arrivo un cardiologo e due radiologi

Infante viaggi

Imminenti gli arrivi di un cardiologo e di due tecnici di radiologia all’ospedale Immacolata di Sapri. Si tratta di Luigi Petraglia che, trasferito da Oliveto Citra, andrà a rafforzare il Reparto di Cardiologia guidato attualmente dalla Maria Maddalena Matarazzo e che annovera anche Ernesto Pace e Jafar Torcomani. Sarebbero imminenti i rinforzi anche per la Radiologia, con la venuta di due tecnici radiologi. Prevista l’acquisizione di nuovi strumenti: autoclave ed elettrobisturi da impiegare in sala operatoria e vasca travaglio per il parto in acqua. E’ quanto venuto fuori dall’incontro che si è tenuto nei giorni scorsi tra i direttore sanitario Maria Ruocco e il nuovo direttivo dell’Assemblea Territoriale di Sapri, composto dal coordinatore di Cittadinanzattiva Mario Fortunato e dai coordinatori di Rete, Salvatore Avagliano, Marisa Coppola, Vincenzo Folgieri e dal responsabile amministrativo Antonio Molinaro.

«La riunione, programmata  per uno scambio di saluti, si è rivelata utile per rappresentare alla dirigente dell’ospedale alcune segnalazioni ricevute dagli utenti. – spiegano da Cittadinanza attiva – Si è discusso, in particolare, delle questioni relative alle Unità Operative di Oncologia e di Gastroenterologia, nonché delle problematiche relative alla diagnostica e alla lungaggine delle liste d’attesa. Per la cura dei malati oncologici, attualmente allocati nei vecchi locali della Medicina donne, si è convenuto di trovare una più adeguata sistemazione, in modo da garantire migliore funzionalità (la presenza di un altro infermiere) e maggiore riservatezza: attualmente come sala d’attesa viene utilizzato l’atrio del vecchio reparto».

  • assicurazioni assitur

«Grande attenzione anche per l’Unità di Endoscopia digestiva che, nonostante il flusso sempre maggiore di pazienti provenienti anche da fuori regione, non riesce a garantire locali adeguati. I pazienti in attesa di effettuare gli esami – assicurano sono obbligati a servirsi del bagno, situato nei pressi degli ascensori riservati agli utenti: in fondo al corridoio e non proprio vicini al reparto dove effettuano il delicato esame. Anche per l’Unità Operativa di Gastroenterologia si è avuta l’assicurazione  che sarà ripresentato il progetto per una diversa sistemazione, e in locali più idonei alla nuova realtà rappresentata dal reparto diretto dal dottor Marco Martorano. Migliore organizzazione è stata richiesta anche per gli esami ecografici.

©Riproduzione riservata

  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur
  • Lido La Torre Palinuro