Domani, Venerdì 22 ottobre 2010 dalle ore 10,00 Castello dell’Abate

| di
Domani, Venerdì 22 ottobre 2010 dalle ore 10,00 Castello dell’Abate

Le attività economiche dell’area cilentana devono rispondere ai cambiamenti nello scenario economico internazionale, ed alle nuove opportunità di impresa in seno alla multifunzionalità in agricoltura.  E’ necessario lo sviluppo di una progettualità di area vasta con al centro il territorio, per avviare iniziative in combinazione con le aziende agricole e favorire lo slancio delle attività connesse di tipo turistico, ambientale e culturale. La prospettiva è la creazione di una filiera tra le imprese agroalimentari, la ricerca scientifica e la pianificazione territoriale. L’ elemento fondante e di riferimento è la biodiversità del Cilento dalla quale i diversi ambiti della filiera dovranno ricavare applicazioni e soluzioni operative.  Imprenditori agricoli, operatori turistici ed amministrazioni devono condividere nuovi standard qualitativi per rilanciare i valori del territorio e spostare verso un livello di eccellenza beni e servizi in una prospettiva di sistema fondato su principi di sostenibilità e di innovative forme di comunicazione.
I “nuovi agricoltori” sono chiamati a rafforzare il proprio ruolo produttivo attraverso un uso consapevole e sostenibile delle risorse suolo e acqua. La multifunzionalità oltre ad incrementare il reddito aziendale, può sostenere la biodiversità ed il paesaggio, valorizzando gli ambiti produttivi delle filiere di eccellenza. Nuovi scenari si aprono anche per il florovivaismo come attività indipendente o di opportunità multifunzionale. I vivaisti infatti dovranno rispondere ad una domanda sempre più articolata e complessa perché la produzione e l’impiego delle piante nel e per il paesaggio risponda alle esigenze della biodiversità e della rete ecologica per una nuova cultura del verde urbano,pubblico e privato, ne parlano: Costabile Maurano, sindaco di Castellabate; Augusto Strianese, presidente Camera di Commercio di Salerno;  Pietro Caggiano, presidente Coldiretti Salerno; Stefano Masini, capo Area Ambiente e Territorio Coldiretti; Amilcare Troiano, presidente dell’Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo Diano;  prof. Pasquale Persico, Università di Salerno; Carlo Blasi, ecologo Università di Roma La Sapienza; Salvatore Cozzolino, Università degli studi di Napoli Federico II; Elisabetta Margheriti, Barbara Invernizzi; Sergio Zerbini; Luigi Vicinanza.

 


©Riproduzione riservata