• Home
  • Opportunità
  • Pubblicato il bando per i contributi integrativi ai canoni di locazione

Pubblicato il bando per i contributi integrativi ai canoni di locazione

di Federico Martino

Concessione dei contributi integrativi ai canoni di locazione per l’anno 2010, il Comune di Castellabate ha indetto il bando di concorso in favore dei residenti titolari di contratti ad uso abitativo, regolarmente registrati, di immobili ubicati sul territorio comunale e che non siano di edilizia residenziale pubblica.
Per inviare la domanda c’è di tempo 30 giorni dalla pubblicazione del bando, avvenuta oggi (15 settembre) all’Albo pretorio del Comune. Le risorse saranno assegnate al Comune di Castellabate, ai sensi della legge n. 431/98 – Fondo nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione, dalla Giunta regionale. Per informare i cittadini di questa opportunità è stato diffuso in questi giorni un apposito avviso a firma del sindaco Costabile Maurano.

Possono fare richiesta i residenti che siano titolari per l’anno di riferimento di un contratto di locazione per uso abitativo per un immobile non di edilizia residenziale pubblica. Gli stessi devono presentare una certificazione da cui risultino ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente), ISE (Indicatore della situazione economica) e incidenza del canone annuo rientranti in determinati valori.
Per la fascia A: valore ISE per l’anno precedente a quello di riferimento non superiore all’importo corrispondente a due pensioni minime INPS, rispetto al quale l’incidenza del canone, al netto degli oneri accessori, sul valore ISE risulta non superiore al 14%. Per la fascia B: valore ISE non superiore all’importo di € 18.000  per l’anno precedente a quello di riferimento rispetto al quale l’incidenza del canone, al netto degli oneri accessori, sul valore ISE risulta non superiore al 24%.
Il contributo non può essere cumulato con contributi erogati da altri Enti per la stessa finalità. Sono ammissibili a contributo gli stranieri titolari della carta di soggiorno o di permesso di soggiorno almeno biennale, che esercitano una regolare attività di lavoro subordinato o autonomo, residenti da almeno 10 anni nel territorio nazionale o da almeno 5 anni nella Regione Campania.

La domanda di partecipazione, sottoscritta  con dichiarazione resa dal concorrente ai sensi del DPR 445/2000 per il possesso dei requisiti unitamente al proprio nucleo familiare, deve essere presentata utilizzando gli appositi moduli reperibili presso gli uffici comunali. Alla stessa vanno allegati fotocopia di un documento di riconoscimento, dichiarazione sostitutiva unica  e attestazione ISEE ed ISE  relativa ai redditi 2009 (per redditi zero autocertificazione circa la fonte di sostentamento), contratto di locazione registrato, ricevuta di versamento della tassa di registrazione mod. F23. Nel caso di cittadini extracomunitari vanno presentati anche permesso/carta di soggiorno almeno biennale, attestato del datore di lavoro o documento attestante lavoro autonomo, certificato di residenza storica da cui risulti la permanenza di almeno 10 anni sul territorio nazionale o da almeno 5 anni nella Regione Campania. Nel caso di sfratti va allegata la copia del provvedimento di sfratto.
Il Comune si riserva di effettuare controlli  a campione circa la veridicità dei dati forniti dai beneficiari.
Il  70% dei fondi assegnati verrà utilizzato per la fascia A, 30% per la fascia B fino ad esaurimento dei fondi assegnati dalla Regione Campania.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019