• Home
  • In Evidenza
  • Europee, la Lega si prende il Cilento: M5S giù. Bene Pd

Europee, la Lega si prende il Cilento: M5S giù. Bene Pd

di Redazione

In Campania, il Movimento 5 Stelle, anche se in calo, resta il primo partito e il più votato a Napoli. E’ questo il dato che emerge il giorno dopo le elezioni Europee dove i Pentastellati si attestano in Campania al 34,2% (alle scorse politiche aveva il 59%). Secondo forza il Pd con il 19,4% e di poco staccata la Lega che si attesta al 18,6%. Forza Italia di Silvio Berlusconi è al 13,4% e Fratelli d’Italia 5,7%, la Sinistra (1,8%), Europa Verde (1,5%), Partito Comunista (1,5%). Nel capoluogo il M5S raccoglie il 39% delle preferenze seguito dal Pd al 23%. Buon risultato anche per la Lega che sale al 12%, davanti a Forza Italia (9%) e Fratelli d’Italia (4%).

Se in Campania i girllini sono avanti, in Cilento e Vallo di Diano la Lega conquista la fetta più grossa dei comuni. Ad Agropoli, ad esempio, su 7.834 voti il partito di Matteo Salvini se ne prende 2.420, il 30,89%. Secondo il M5S con 1.825 voti. Terzo il Pd: 1.721 voti. Anche a Capaccio Paestum, dove gli aventi diritti hanno dovuto scegliere anche il sindaco e il consiglio comunale, vince la Lega. Più di 4.400 voti per i blu di Salvini. Regge il Movimento 5 Stelle con 2.745 e Forza Italia qui è terzo con 1.663. Nella città dei Templi hanno votato 12.477 elettori. A Vallo della Lucania sorride sicuramente il consigliere Pietro Miraldi e, perchè no, anche l’onorevole Castiello. I grillini qui sono primi con 914 preferenze sulle 3.139 totali. Secondo è il Pd con 677 voti, terza la Lega con 661 voti. Lega che trionfa anche a Sapri con il 31,37% del totale (767 voti). Nella cittadina della Spigolatrice secondo è il Movimento 5 Stelle con 560 preferenze. Terzo è il Pd, partito del sindaco Antonio Gentile, con 518 preferenze (21,04%).

A Camerota vince la Lega con 713 preferenze contro le 364 del Pd e le 336 del Movimento 5 Stelle. Il Comune si conferma roccaforte della destra. Forza Italia, qui, è quarta con 272 preferenze. L’affluenza al voto è stata davvero bassa. Ascea resta in attesa di conoscere il suo nuovo sindaco. Criscuolo e D’Angiolillo seguiranno lo spoglio insieme ai propri compagni d’avventura. Anche nella città di Parmenide vince la Lega con 930 preferenze, più del 27%. Movimento 5 Stelle secondo con 753, terzo Forza Italia (partito di Criscuolo, candidato sindaco della lista numero 1 ‘Fare Ascea’) con 653 voti. Il Pd è solo quarto con 504 voti davanti a Fratelli d’Italia, 363 voti. La Lega si prende anche Castellabate, 994 preferenze. Oltre il 30% del totale. M5S con il 20,59% (672 voti) e Fi con 668 voti. Blu è anche Casal Velino: Lega 594 voti, M5S 480, Fi 312 e Pd 312.

Diamo uno sguardo al Vallo di Diano dove la capitale Sala Consilina regala 2.319 voti alla Lega. Secondo è il movimento di Di Maio e Grillo, 1.558 voti. Terzo è Fi con 1.190 voti. Il Pd solo 1.021. Anche a Polla trionfa la Lega: 443 voti. M5S secondo con 353 preferenze. Pd terzo con 296 preferenze. La situazione non cambia a Buonabitacolo: primo Salvini con 247 voti, secondo i Cinque Stelle con 236 voti, terzo il Pd con 167 voti. Anche Atena Lucana vede in testa la Lega: 230 voti. Secondo il Pd con 152, terzo il M5S con 149. Per concludere un dato in controtendenza. Sant’Arsenio è Dem: 370 voti al Pd. Poi 264 al Movimento e 193 alla Lega.

Lega primo partito I voti di lista sono sicuramente maggiori a quelli espressi con la preferenza. Ma questi sono solo dettagli. L’elenco dei comuni dove la Lega trionfa, è bello lungo: Albanella, Alfano, Altavilla, Aquara, Ascea, Atena Lucana, Auletta, Buonabitacolo, Caggiano, Camerota, Cannalonga, Casal Velino, Casaletto Spartano, Caselle in Pittari, Castellabate, Castelnuovo Cilento, Celle di Bulgheria, Centola, Ceraso, Cicerale, Controne, Cuccaro Vetere, Futani, Giungano, Laureana Cilento, Lustra, Magliano Vetere, Montano Antilia, Montecorice, Monteforte Cilento, Omignano, Ottati, Padula, Palomonte, Perdifumo, Pisciotta, Polla, Pollica, Postiglione, Prignano Cilento, Roccadaspide, Rofrano, Roscigno, Sala Consilina, Salento, San Giovanni a Piro, San Mauro Cilento, San Pietro al Tanagro, San Rufo, Santa Marina, Sanza, Sassano, Serramezzana, Sessa Cilento, Sicignano degli Alburni, Stio, Teggiano, Torraca, Torre Orsaia, Trentinara, Vibonati.

Movimento «lento» Movimento 5 Stelle primo partito a Castelcivita, Moio della Civitella, Monte San Giacomo, Montesano sulla Marcellana, Ogliastro Cilento, Orria, Pertosa, Roccagloriosa, Stella Cilento. Si colorano di giallo pochi centri del Cilento e Vallo di Diano.

Pd in risalita Se confrontiamo i dati con le elezioni del 2014, il Pd è in netta discesa, ma questo lo sapevamo. Se invece proviamo a leggere le preferenze in base agli exit poll e agli ultimi mesi di politica, ci accorgiamo che i dem arrancano ma conquistano terreno. Pd primo partito a: Bellosguardo, Campora, Castel San Lorenzo, Felitto, Gioi, Ispani, Laurino, Laurito, Morigerati, Novi Velia, Perito, Petina, Piaggine, Rutino, Sacco, San Mauro La Bruca, Sant’Angelo a Fasanella, Sant’Arsenio, Torchiara, Tortorella, Valle dell’Angelo.

Silvio, solo A Forza Italia va Corleto Monforte. Berlusconi con 80 voti sui 296 totali. Secondo arriva Matteo Salvini (58 preferenze). Terzo il partito Democratico (51 preferenze).

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019