• Home
  • Cultura
  • Quando Europa venne rapita dal toro-Zeus

Quando Europa venne rapita dal toro-Zeus

di Giuseppe Galato

Europa è una figura della mitologia greca.

Il suo nome può significare "ben irrigata" oppure "dalla larga faccia", sinonimo di luna piena, appellativo della Dea.

Zeus se ne innamorò, vedendola insieme ad altre coetanee raccogliere dei fiori nei pressi della spiaggia. Zeus allora inventò uno dei suoi molteplici travestimenti: ordinò a Ermes di guidare i buoi del padre di Europa verso quella spiaggia. Zeus quindi prese le sembianze di un candido toro bianco, le si avvicinò e si stese ai suoi piedi. Europa salì sul dorso del toro e questi la portò attraverso il mare fino all’isola di Creta. Zeus rivelò quindi la sua vera identità e tentò di usarle violenza, ma Europa resistette. Zeus si trasformò quindi in aquila e riuscì a sopraffare Europa in un boschetto di salici.

La storia, narrata sul Cratere a campana di Assteas in esposizione fino al 25 Aprile presso il Museo Archeologico Nazionale di Paestum costituirà il punto di partenza per ripercorrere le tappe salienti di uno dei miti più celebri dell’antichità attraverso le parole degli scrittori e le immagini degli artisti che nel corso dei secoli lo hanno spesso elevato a emblema dell’identità europea.

Per maggiori info: http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Eventi/visualizza_asset.html_1488895407.html

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019