• Home
  • Comuni
  • Agropoli
  • Morto Giampiero Galeazzi, nel 2003 inviato Rai ad Agropoli con «Scommettiamo che…?»

Morto Giampiero Galeazzi, nel 2003 inviato Rai ad Agropoli con «Scommettiamo che…?»

di Marianna Vallone

E’ morto Giampiero Galeazzi, il giornalista sportivo, volto televisivo Rai ed ex canottiere, che combatteva da tempo contro una grave forma di diabete. Nato a Roma, aveva 75 anni. La sua ultima apparizione televisiva risale a tre anni fa a Domenica In. Era stato nel Cilento nel 2003, ad Agropoli, inviato della trasmissione di Rai 1 «Scommettiamo che…?», condotta da Lorella Cuccarini e Marco Columbro. (foto Ernesto Apicella)

Gli inviati della gara sulle piazze delle due località in gioco erano Giampiero Galeazzi e Bruno Pizzul. «Il 23 settembre 2003, Agropoli sfidò Porto Santo Stefano. – ricorda l’editore Ernesto Apicella – La sfida, in diretta, vide le squadre di Agropoli e Porto Santo Stefano sfidarsi in contemporanea dalle rispettive città. La gara consisteva nel trainare con una barca, posizionata nel mare, un camion carico di sacchi di sabbia, posizionato a terra. La squadra agropolese organizzata dalla Canottieri Agropoli, del Presidente Giuseppe Mazza, era composta da: Carpinelli Raffaele, Mazzillo Luca, Picariello Mario, Minniti Alessandro, Ruocco Pasquale. La location scelta per Agropoli fu il porto turistico». E l’inviato ad Agropoli era appunto Giampiero Galeazzi.

Una carriera brillante la sua. Tra le sue firme più note figura sicuramente la telecronaca della medaglia d’oro dei fratelli Abbagnale a Seul nel 1988. Dal 1992 al 1999 ha condotto 90esimo Minuto e ha partecipato alla conduzione del festival di Sanremo del 1996, accanto a Pippo Baudo. Nel 2010 e nel 2012 ha partecipato a Notti Mondiali e Notti Europee.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Marianna Vallone

Giornalista per professione e comunicatrice per passione, sono alla continua ricerca di storie da raccontare e tramonti da immortalare. Nata sulla costa di Maratea ma morigeratese da sette generazioni. Vivo nel cuore verde del Cilento e sono felice. Faccio domande anche quando conosco le risposte, perché continuo a pensare che l’essere umano sia il viaggio più bello da fare.
Tutti gli articoli di Marianna Vallone

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019