Torre Orsaia, i palazzi storici aprono a matrimoni e unioni civili

751
Infante viaggi

Ora che il profilo culturale dell’affascinante edificio di Palazzo Vassalli è stato finalmente delineato attraverso l’organizzazione di una serie di eventi di qualità, la storica struttura di Torre Orsaia si appresta a diventare un punto di riferimento anche per la celebrazione di matrimoni ed unioni civili. L’occasione è data dalle nozze di una coppia di innamorati, Melissa Atipo e Stefano Cataldo, che per il giorno più importante della loro vita sognavano una location speciale ed unica ma familiare. Lui di Torre Orsaia, Melissa di madre torrese e padre congolese ha sempre vissuto a Parigi, ma Stefano lo ha conosciuto nel piccolo paese, dove è sempre tornata con la famiglia.

Sabato 24 agosto la giovane coppia ha pronunciato il fatidico sì tra l’emozione di parenti ed amici in un edificio originariamente appartenente al complesso vescovile realizzato nel trecento dalla curia di Policastro. Un patrimonio storico di inestimabile valore, ristrutturato nel 2015 e reso funzionale dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Pietro Vicino.

  • Petrolfer srl
  • Scait consulenza alle imprese

Proprio l’amministrazione, per venire incontro alle esigenze di chi sceglie il matrimonio civile, negli ultimi anni più richiesto rispetto a quello religioso, con una delibera di giunta, ha deciso di aprire le porte di Palazzo Vassalli a Torre Orsaia e di Palazzo Pecorelli nella frazione di Castel Ruggero, entrambi edifici di notevole interesse storico e architettonico, per i matrimoni civili e le unioni civili.

©Riproduzione riservata

  • Assicurazioni Assitur
  • Petrolfer srl