Spaghetti con “trombette dei morti” e gamberetti

0
3

Dalle abili mani di Luigi Squillaro, giovane chef di San Teodoro (Serramezzana), un piatto dal nome “bizzarro” che suscita curiosità nell’intelletto e stimola l’appetito.
Quello proposto dall’amico Luigi, è un piatto ideale per allietare pranzi e cene (personalmente testato, opinione incontestabile!).

Le “trombette dei morti” sono un fungo che cresce spontaneo ed ha un odore assai invitante. Delicato e gustoso si presenta al palato.

Ingredienti
500g Spaghetti
300g Gamberetti
20 g Polvere* di “trombette dei morti”
200 ml Panna da cucina
1 Spicchio d’aglio
Olio e.v.o.
Sale q.b.
Un ciuffo di prezzemolo
Parmigiano a piacere

Procedimento:
Si sgusciano i gamberetti e i gusci si fanno bollire in acqua insieme ad una parte della polvere di “trombette dei morti”.
Si soffrigge l’aglio in una padella e si aggiungono i gamberetti; si lasciano cucinare per circa un minuto, e si aggiunge il “fumetto” filtrato, ottenuto dai gusci dei gamberetti bolliti. Si lascia cuocere qualche minuto ancora e si aggiunge la panna e la rimanenza di polvere di “trombette dei morti”. Si lascia addensare.
A parte si cucina la pasta in acqua salata. Giunta alla cottura gradita si salta in padella con il condimento preparato, scaglie di parmigiano e prezzemolo tritato.
*Per ottenere la polvere delle “trombette dei morti” i funghi vanno prima essiccati e poi ridotti in polvere

TUTTE LE RICETTE LE TROVI QUI
©Riproduzione riservata

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here