Lampuga in padella con datterini gialli

0
59

La lampuga è un pesce che abita i mari della Campania e della Sicilia e si avvicina alle coste solo durante primavera, quando inizia la riproduzione, e in autunno, dopo la deposizione. Infatti, proprio durante i mesi estivi e autunnali si pescano i migliori esemplari di questa specie.
Nel Sud della Sicilia si fa un tipo di pesca alla lampuga che è chiamata la pesca d’ombra. I pescatori siciliani dispongono al largo delle coste dei fasci di foglie di palma ancorati al fondo e le lampughe, che amano sostare all’ombra, si radunano sotto le foglie e vengono così catturare facilmente con reti da circuizione. Ormai anche al largo delle coste cilentane troviamo queste foglie di palma messe a modo di ombrello sul pelo dell’acqua, solo che da noi si pescano a traina e quindi meno dannosa in quanto si pescano pochi esemplari per volta. Ma ciò non toglie che la lampuga è un pesce stupendo da gustare.

Ingredienti:
1 lampuga da 1 kg circa
300 gr di pomodorini datterini gialli
1 spicchio d’aglio
Sale grosso
Pepe bianco
Olio evo

Preparazione:
La prima cosa da fare è pulire la lampuga, volendo possiamo chiedere al nostro amico pescivendolo di farlo per noi, tagliamola a tranci. I tranci devono essere abbastanza grossi, teniamo anche la testa che ha un ottimo sapore, anche se può sembrare macabro. In una padella ampia mettiamo 5-6 cucchiai di olio evo e l’aglio in camicia schiacciato leggermente. Facciamo rosolare per un poco e poi aggiungiamo i tranci di lampuga e rosoliamo 2 minuti per lato, aggiustiamo di sale e aggiungiamo i datterini gialli tagliati a metà, facciamo cuocere per almeno 15 minuti avendo cura di schiacciare i pomodorini con i rebbi di una forchetta in modo da farne uscire il succo e si formi un sughetto delizioso. Assaggiamo il sughetto e se necessita, aggiustiamo di sale, una macinata di pepe bianco fresco di mulinello e serviamo i tranci con un buon pane casereccio.

TUTTE LE RICETTE LE TROVI QUI 

Seguici su facebook Istagram: #cilentaniaifornelli  twitter: @CilentoFornelli 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here