Limoni in abbondanza? Facciamone marmellata

Infante viaggi

La marmellata di limoni è inusuale ma ottima, ci vuole un poco di pazienza ma vi assicuro che ne vale la pena. Ottima su una fetta di pane casereccio, la marmellata di limoni si può utilizzare anche per una crostata oppure come farcitura per un semplice pan di spagna. Vi darà una marcia in più la mattina a colazione oppure rinfrescante nelle calde giornate estive. Proviamo a realizzarla.

 

 

Ingredienti per 2 vasetti da 350 gr circa
Limoni di Sorrento 1 kg
Zucchero semolato 700 gr
Acqua q.b.

Sterilizzare i vasetti:
Per preparare la marmellata di limoni, iniziamo sterilizzando i vasetti in cui la conserveremo. Laviamoli con cura sotto acqua corrente e verifichiamo che non abbiano crepe o scheggiature. Foderiamo una pentola larga con un canovaccio pulito e disponiamoci dentro i vasetti con l’apertura rivolta verso l’alto, se volete passate attorno ai vasetti altri canovacci per evitare che si rompano durante la cottura (io non li ho messi) e versate l’acqua nella pentola fino a riempirla. Portiamo a bollore e facciamo cuocere per circa 30 minuti. Aggiungiamo i coperchi solo dieci minuti prima che dovranno essere scolati i vasetti capovolgendoli su un panno da cucina per asciugarli.

  • assicurazioni assitur

Preparare la marmellata:
Passiamo alla marmellata, cominciamo con il lavare con cura i limoni sotto l’acqua corrente, spazzolando bene la buccia nel caso siamo particolarmente sporchi. L’ideale sono i limoni non trattati che dalle nostre parti si trovano quasi in tutti i giardini. Tagliamo i limoni a fette abbastanza sottili e trasferiamole in una ciotola capiente versiamo dell’acqua fredda fino a ricoprirli. Copriamo la ciotola con la pellicola e lasciamo le fette di limone a bagno per 24 ore a temperatura ambiente. Trascorso un giorno, scolate le fette di limone e ripetiamo l’operazione precedente facendo stare per altre 24 ore i limoni a bagno.
Quest’operazione servirà a eliminare il gusto acidulo e amarognolo dei limoni. Una volta trascorse altre 24 ore, scoliamo le fette di limone e trasferiamole in una pentola capiente, versiamo dell’acqua fredda fino a copriamo il tutto e portiamo a bollore e scoliamoli nuovamente, tenendo da parte 350 ml di acqua di cottura. Ora non resta che rimettete il tutto nella pentola in cui abbiamo fatto bollire le fette di limone e irroriamole con l’acqua di cottura che abbiamo tenuto a parte.
Aggiungiamo lo zucchero e cuociamo a fuoco medio per circa 40 minuti, mescolando di tanto in tanto. Prima di spegnere il fuoco, facciamo la prova “piattino” cioè versiamo mezzo cucchiaino di composto su un piattino e incliniamolo. Se il composto colerà, vorrà dire che la marmellata richiede cuocere ancora, se invece rimarrà soda, possiamo spegnere il fuoco.
Adesso non resta che versare la marmellata di limoni nei vasetti sterilizzati quando è ancora calda, chiudiamo i vasetti e premiamo il disco centrale. Quindi capovolgiamoli, e lasciamoli raffreddare completamente in modo che si crei il sottovuoto. A questo punto possiamo conservarle anche per un anno intero.

TUTTE LE RICETTE LE TROVI QUI 

Seguici su facebook e su twitter: @CilentoFornelli

assicurazioni assitur