Dagli Stati Uniti frisedde cilentane, Maria colma così la nostalgia per la sua terra

Infante viaggi

Una delle tante cose che mi mancano negli Stati Uniti sono le Freselle o Frisedde. Quando vivevo in Italia, le mangiavo quasi ogni sera in estate con quei meravigliosi pomodori che mia madre coltivava nel Cilento. O solo con olio extravergine, ovviamente Cilentano, e un po’ di origano, che sapore semplice e fantastico. Venendo qui’ e non trovando niente di decente che si poteva paragonare alla nostra Frisedda, mi sono data da fare e dopo numerosi sbagli sono arrivata a questa ricetta, che rallegra molte delle nostre cene.

750 gr. Farina 00
325 gr. Farina 0
500 ml acqua tiepida
250 ml EVO
18gr Lievito
1 cucchiaio Sale
In una ciotola sciogliere il sale nell’acqua tiepida, aggiungere l’olio e il lievito, mescolare bene. Aggiungere le farine e mischiare bene per due o tre minuti, dopodiché’ mettete l’impasto in una planetaria, con il gancio per impastare. Impastate bene per almeno 15 minuti finche’ l’impasto non sia liscio ed elastico. Se invece non possedete una planetaria, impastate a mano per almeno 20-25 minuti. Coprite con uno strofinaccio e lasciatela crescere per almeno un’ora e mezza. In caso la temperatura sia fredda, il tempo di crescita aumenterà almeno di un’altra mezz’ora. Su un piano di lavoro infarinato, formate dei bastoncini della lunghezza di circa 3 cm., coprire con una vecchia tovaglia e fare crescere per un’altra ora. Prendere i bastoncini e unire le estremità formando un anello, porli nelle teglie, mi raccomando metteteci della carta da forno, coprire con la tovaglia e far crescere per un’altra ora. Cuocete per 10-15 minuti a 190°, dopodiché’ cacciateli e lasciateli raffreddare. Tagliateli a metà, rimetteteli nel forno ma ricordate di metterli con la parte tagliata verso l’alto. Cuoceteli per altri 20 minuti a 190°, abbassate il forno a 150° per altri 25 minuti. Questa ricetta è molto semplice ma richiede tempo e pazienza, vi garantisco che ne vale la pena. La si può servire in svariati modi, ricordatevi solo di bagnarla per pochi secondi sotto l’acqua, non troppo a lungo mi raccomando. La mia fresella preferita è semplicemente con EVO, sale e origano. Potete servirle con pomodoro bruschetta, o con verdure miste, melanzane, zucchine, o solo con il provolone. Come antipasto o come pranzo salutare e veloce, è veramente una buona alternativa. Potete conservarle in buste di plastica per più di un mese.
Buon Appetito!

  • assicurazioni assitur

TUTTE LE RICETTE LE TROVI QUI

© Riproduzione riservata

  • assicurazioni assitur
  • Lido Urlamare Palinuro
  • Lido La Torre Palinuro