Lo scarpariello, piatto antico con tanto sapore

Infante viaggi

Lo “scarpariello” è un piatto popolarissimo di tanti anni fa, un pasto molto veloce da prepararsi per i calzolai (gli “scarpari”, da cui il nome “scarpariello”) Secondo altri, in realtà questo pranzo, essendo un piatto povero, si preparava con i prodotti avanzati formaggi che si avevano in casa, o con ciò che regalavano, quasi sempre formaggi, allo “scarparo” la gente che non poteva pagarlo. La giornata dello “scarpariello” era specialmente il lunedì, giorno di riposo dei “scarpari”, quando si raccoglieva tutte le “regalie” e le si cucinava insieme al ragù avanzato la domenica. Adesso è diventato un piatto “etnico”. Questa è una mia rivisitazione del piatto a cui ho tolto il peperoncino, che visto il caldo non mi sembra proprio indicato ma se piace può essere aggiunto.

Ingredienti:

400 gr di spaghetti
4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
1 spicchio d’aglio
500 gr pomodorini
100 grammi di parmigiano grattugiato
50 grammi di pecorino romano
Basilico fresco

  • Vea ricambi Bellizzi

Preparazione:
Per prima cosa mettiamo una padella larga d’alluminio con 4 cucchiai d’olio evo e lo spicchio d’aglio a soffriggere, appena l’aglio comincia a scurire mettiamo i pomodorini tagliati a spicchi e lasciamo cuocere. Nel frattempo mettiamo anche la pentola con l’acqua per la pasta e portiamo a bollore. Schiacciamo i pomodorini quando sono appassiti e aggiungiamo la metà del basilico, saliamo e pepiamo. Appena bolle l’acqua per la pasta caliamo gli spaghetti, facciamoli cuocere molto al dente e mettiamoli nei pomodorini scolandoli dall’acqua di cottura. Aggiungiamo i formaggi, che precedentemente avremo mischiati, un poco per volta e mantechiamo fino a che si forma una cremina sul fondo della padella. Aggiungiamo il resto del formaggio e del basilico e serviamo caldissimi.

TUTTE LE RICETTE LE TROVI QUI 

©Riproduzione riservata

  • Lido La Torre Palinuro
  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur
  • Vea ricambi Bellizzi