Tubetti con ceci neri delle Murge e guanciale di maiale nero cilentano

Strana storia quella dei ceci neri foggiani, erano destinati per l’alimentazione del bestiame ma venivano anche consigliati alle mamme in allattamento per favorirne la produzione. Curioso accostamento tra due tipi di allevamento ma giusta pratica di medicina popolare perché i ceci neri contengono molto ferro, che di solito manca dopo il parto.
Hanno un sapore più deciso dei ceci bianchi, per cui, per apprezzarli meglio, è consigliabile il loro consumo in purezza, lessati semplicemente in acqua e conditi con un filo d’olio. Oppure uniti a una pasta di piccolo formato come ho voluto gustarli io e visto che avevo ancora un poco di guanciale di maiale nero cilentano ho aggiunto anche quello per una nota grassa e succulenta.
 
 
Ingredienti
250 gr tubetti
200 gr di ceci neri
olio extravergine d’oliva q.b.
sale e pepe q.b.
50 gr guanciale di maiale nero (va bene anche un altro tipo)
Carota, cipolla, sedano

Preparazione:
Tenere a bagno per una notte i ceci in acqua. Scoliamoli, risciacquiamoli e facciamoli cuocere per un’ora in acqua non salata.
Facciamo un trito fine con le verdure, tagliamo a listarelle anche il guanciale e in una padella larga mettiamo a soffriggere il tutto. Nel frattempo mettiamo in cottura anche la pasta che andrà scolata a pochi minuti dalla fine. Quando le verdure e il guanciale saranno croccanti e dorate, aggiungiamo la pasta, aggiustiamo di sale e pepe e finiamo la cottura, se necessario aggiungiamo mezzo mestolo di acqua di cottura della pasta che alla fine dovrà risultare poco brodosa. Facciamo riposare qualche minuto prima di servire.

TUTTE LE RICETTE LE TROVI QUI 

Seguici su facebook e su twitter: @CilentoFornelli