Da Castellabate Antunzmask brinda al 2013 con un nuovo video: “Un brindisi”

0
19

Il 31 dicembre Antunzmask ha brindato al 2013 pubblicando sul proprio canale Youtube il video di “Un brindisi”, tratto al suo ultimo lavoro in studio, “Al mostro”.

Un video realizzato da Alberto Cammarano che ripercorre un 2013 fatto di oltre 50 date live, incontri, la morte di Lou Reed; e un brindisi al 2014 che si apre con un concerto come spalla agli …A Toys Orchestra.

UN BRINDISI AL MOSTRO

«Il 2013 è stato per me senza dubbio un anno lungo, intenso e soddisfacente dal punto di visto musicale: più di 50 concerti in un anno (da solo o insieme ad altre band amiche come Kyla’s Tales e Healthy God, quest’ultimo che registrerà parte del mio prossimo disco); è stato il primo tour della mia vita. È stato un anno che mi ha fatto conoscere persone che sono diventate fondamentali nella mia vita, che mi ha fatto dividere palchi con amici noti e non.

Nel video di “Un brindisi” si vede tutto questo: il viaggio, il montare e smontare, la festa, la notte, il giorno e gli amici di sempre che mi sono stati sempre vicini.

Volevo ringraziare Alberto Cammarano e la sua pazienza: è riuscito a tirare fuori il video dal pessimo materiale che gli ho passato, tutte registrazioni da strada.

Ho pubblicato il video di “Un brindisi” su Youtube il 31 dicembre per brindare a tutto ciò che è successo in questo 2013, nel bene e nel male, perché, malgrado la gioia del tour e dei concerti, ho avuto anche io le mie difficoltà personali, emotive. E anche musicali, perché non si può vivere di musica (anzi, secondo me in questi anni ‘00 non si può vivere proprio), perché il mostro trionfa sempre, ti seduce e ti abbandona.

Il 2013 è stato forse l’anno più capovolto e terribile per l’italia, per il mondo: ogni testata di quotidiano nazionale e non era un bollettino di guerra, senza un Papa, senza un governo, senza lavoro, e da ottobre senza Lou Reed.

Il 2014 è iniziato nel migliore dei modi, aprendo il concerto di capodanno degli …A Toys Orchestra insieme a Kyla’s Tales e Morris Goldmine (NELLA FOTO). Sono fiducioso nei Kyla’s Tales, i ragazzi faranno strada».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here