Pane cotto: pranzo povero d’altri tempi

Il pane cotto ricorda molto l’inverno. L’inverno del passato, dove non tutti avevano tutto e un pranzo così povero per i nostri tempi, rendeva felice un’intera famiglia. Ricetta povera, veloce e semplicissima. Il sapore, comparato alla difficoltà, vi lascerà stupefatti. Bastano pochi ingredienti e, come un tempo, qualche uova. E’ un’ottima ricetta per riutilizzare gli avanzi di pane, soprattutto quando ormai è diventato molto duro. Questa che spieghiamo di seguito è la versione cilentana del piatto, ma esiste anche una ricetta originaria della Basilicata.

Ingredienti per 4 persone:

  • Pane casereccio raffermo
  • 2-3 cipolle
  • 2 foglie di alloro
  • 4 uova
  • Sale e pepe q.b.

Procedimento
La ricetta è molto semplice: dopo aver tagliato le cipolle, mettetele in una pentola bassa con un filo d’olio e lasciatele appassire per 5 minuti. Trascorso il tempo aggiungete 250 ml. circa di acqua caldissima, in modo da non interrompere la cottura, e lasciate cuocere per altri 5 minuti aggiungendo le foglie di alloro, sale e pepe. Aprite le uova direttamente nel brodo di cipolle e fate finire di cuocere per altri 5 minuti. Spegnete il fuoco e aggiungete le fette di pane. Mi raccomando solo di calarle per un attimo e poi le adagiate nel piatto di portata mettendoci l’uovo sopra e con un mestolo le cipolle insieme al brodo in modo da coprire il pane e bagnare l’uovo. Buon appetito!

 

TUTTE LE RICETTE LE TROVI QUI

©Riproduzione riservata