Cavolfiore impanato e fritto, simpatico antipasto o finger food

di Federico Martino

Un cavolfiore impanato è fritto, vi assicuro, che è un ottimo antipasto da servire in una cena tra amici oppure può essere servito per un aperitivo con bollicine. Il gusto forte del cavolfiore è spento dall’impanatura e risulta gradevole e delicato al palato, serviamoli caldi in un antipasto misto ad altre bontà oppure come contorno a una braciola di maiale arrosto. Farle è un gioco da ragazzi, poche mosse e pochi ingredienti per questo piatto gustosissimo. Vediamo come fare.

Ingredienti:
1 cavolfiore medio
2 uova intere
150 gr pangrattato
Olio di arachidi
Sale e pepe

Preparazione:
Puliamo il cavolfiore eliminando le foglie e stacchiamo le infiorescenze avendo cura di toglierle intere. Tagliamo le infiorescenze a fette larghe un centimetro circa, saliamole e pepiamole. Prepariamo due ciotole, in una mettiamo le uova con un pizzico di sale e con una forchetta le battiamo finché non diventano omogenee, nell’altra ciotola mettiamo, invece, il pan grattato. Mettiamo a scaldare, in un pentolino, abbondante olio di arachidi e portiamolo a una temperatura di circa 180°, passiamo le fette di cavolfiore prima nell’uovo, togliamo quello in eccesso passando le fettine sull’orlo del piatto e mettiamole nella ciotola con il pan grattato, impaniamole bene da entrambi i lati, scuotiamo per togliere il pan grattato in eccesso e mettiamole nell’olio bollente. Un suggerimento, non mettete molte fettine per volta in modo da non far abbassare la temperatura dell’olio. Facciamole dorare da entrambi i lati e una volta che hanno preso colore, solleviamole dall’olio e mettiamole su carta assorbente da cucina in modo che si asciughino così resteranno croccanti. Una spolverata di sale fino renderanno ancora più saporito questo piatto. Possiamo servirle con del prezzemolo tritato.

TUTTE LE RICETTE LE TROVI QUI 

Seguici su facebook Istagram: #cilentaniaifornelli  twitter: @CilentoFornelli 

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019