Riciclo in cucina: foglie di cavolfiore impanate

0
14

Sempre del parere di non buttare niente in cucina mi sono prodigato a fare una ricetta con le foglie del cavolfiore. Partendo dal fatto che le foglie sono commestibili e sono anche una grossa parte del cavolfiore, ho cercato di capire come poterle usare. La soluzione me l’ha data il contadino da cui mi fornisco: “Friggile” mi ha detto. Bene, ho seguito il suo consiglio e le ho fritte, risultato? Basta dire che nel piatto non è rimasto nulla per capire che la ricetta è stata un successo, provatele e non resterete delusi!

Ingredienti:
Foglie di cavolfiore
3 uova
Sale e pepe q.b.
Pangrattato
Olio di arachidi per friggere

Preparazione:
Laviamo le foglie con acqua corrente ed eliminiamo le coste bianche e grosse, quelle delle foglie più piccole possiamo lasciarle. Portiamo a ebollizione in una pentola capiente l’acqua e appena sobbolle caliamo le foglie, saliamo e facciamo cuocere per 10 minuti. Una volta trascorso il tempo, prendiamole delicatamente con una pinza da cucina e facciamole scolare. Questo step possiamo farlo anche la sera precedente e lasciare che si asciughino più possibile. In una ciotola prepariamo le uova, sbattiamole con una frusta fino a che diventano spumose, aggiustiamo di sale e pepe. Una volta che le foglie hanno perso l’acqua in eccesso, non resta che bagnarle nell’uovo, passarle nel pangrattato avendo cura che si copra bene e immergerle in abbondante olio di arachidi bollente. Facciamole cuocere pochi minuti per lato e mettiamole a scolare su carta assorbente da cucina, serviamole come antipasto quando sono ancora calde!

TUTTE LE RICETTE LE TROVI QUI 

Seguici su facebook Istagram: #cilentaniaifornelli  twitter: @CilentoFornelli 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here