Suace, la delicatezza del mare in un piatto

Infante viaggi

Pesce simile alla sogliola la suace è di minor pregio, ma ciò non significa che sia meno buona. Molti i nomi dialettali attribuiti a questo pesce, suacia di fango, suace (Campania); fraizze, sfoglia turca, suace, zanchetta (Puglie); linguata liscia, focace, pantaliscia, tirituppiti (Sicilia); lingua de cani (Sardegna), questi solo alcuni nomi con cui è chiamato questo pesce nell’Italia meridionale. Quella che vi propongo è una ricetta molto semplice con pochi ingredienti fatti per esaltare il sapore di mare.

Ingredienti:
2 suaci da 400gr. circa
2-3 spicchi d’aglio
1 mazzetto di prezzemolo
Olio evo
Sale e pepe q.b.

Preparazione:
Puliamo il pesce eviscerandolo e squamandolo, adagiamolo in una pirofila su olio evo, tritiamo l’aglio grossolanamente e facciamo lo stesso con il prezzemolo. Condiamo il pesce, spolverandolo con aglio e prezzemolo, aggiungiamo una spolverata di pepe e saliamo. A questo punto possiamo metterlo in forno a 170° per 15 minuti, aggiungiamo mezzo bicchiere d’acqua. A fine cottura non resta che pulirlo dalle spine e servirlo caldo.

  • Vea ricambi Bellizzi

 

TUTTE LE RICETTE LE TROVI QUI

© Riproduzione riservata

assicurazioni assitur