Taccole in umido, cottura in tajine per esaltare i sapori

Infante viaggi

I lardarielli non sono altro che i fagiolini larghi, propriamente chiamate taccole, sono legumi che vanno mangiati con tutta la buccia, e, la cottura nel tajine ne esalta il sapore donando loro una morbidezza unica data dal vapore che si forma nel coperchio a forma d’imbuto. Pochi gli ingredienti, per non coprire il gusto dei “lardarielli”.
 

 

 

Ingredienti:
700 gr di lardarielli (taccole)
200 gr pomodorini
1 cipolla di Tropea
Un ciuffo di basilico
Olio evo
Sale e pepe q.b.

Preparazione:
Una preparazione molto semplice, basta cimare le taccole, cioè togliere le due estremità e l’eventuale filo che percorre la lunghezza, tagliamo la cipolla a pezzettoni e i pomodorini a spicchi, mettiamo tutto nel tajine (ovviamente in mancanza del tajine si può usare anche una padella antiaderente con coperchio) aggiungiamo 4-5 cucchiai d’olio evo saliamo, pepiamo e copriamo facendo cuocere a fiamma bassa. In effetti si devono stufare, lasciamo cuocere per 10 minuti intanto che si appassiscono. Dopo 10 minuti aggiungiamo un bicchiere d’acqua colmo e copriamo di nuovo. Facciamo cuocere per altri 20 minuti e poi servite con il tajine a tavola!

  • Vea ricambi Bellizzi

TUTTE LE RICETTE LE TROVI QUI 

Seguici su facebook Istagram: #cilentaniaifornelli  twitter: @CilentoFornelli 

©Riproduzione riservata

  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur
  • Vea ricambi Bellizzi
  • Lido La Torre Palinuro