Fusilli cilentani con ragù di maiale

Infante viaggi

Piatto della domenica questo che vi presento oggi, un classico ragù fatto con carne di maiale, mentre per la pasta facciamo dei fusilli cilentani che sono realizzati a mano senza ferretto cavandoli con i polpastrelli delle quattro dita contemporaneamente. Pasta povera realizzata solo con farina e acqua. Vediamo come si fa.

Ingredienti.
Per la pasta:
400 gr di farina
Acqua tiepida
Un pizzico di sale

Per il ragù:
500 gr di prosciutto di maiale
800 gr di pomidoro pelati
2 spicchi d’aglio
Mezzo bicchiere di vino
1 rametto di timo
1 rametto di salvia
Sale e pepe q.b.

Preparazione:
Cominciamo a cuocere il ragù perché richiede dei tempi di cottura piuttosto lunghi, direi di farlo la mattina, come tradizione del Sud vuole. In una pentola mettiamo 4-5 cucchiai di olio evo e i 2 spicchi d’aglio, facciamo soffriggere l’aglio fino a che non diventa dorato,  a questo punto aggiungiamo la carne a pezzi non troppo piccoli. Facciamo soffriggere la carne su tutti i lati e aggiungiamo il vino rosso, facciamo sfumare l’alcool. Aggiungiamo metà degli odori conservando gli altri per fine cottura. A questo punto aggiungiamo i pelati passati nel passaverdure, saliamo e pepiamo, portiamo a ebollizione e poi abbassiamo la fiamma, lasciamo cuocere per almeno 2 ore a fuoco lentissimo (il sugo deve fare bolle lentamente). Adesso cominciamo a preparare la pasta, mettiamo su di un piano di legno la farina e facciamo un buco al centro e aggiungiamo l’acqua un po’ per volta, mettiamo un pizzico di sale e cominciamo a impastare, continuiamo finché l’impasto non risulta morbido e compatto, a questo punto avvolgiamolo in una pellicola e lasciamolo riposare per mezz’ora. Trascorso il tempo, tiriamo la pasta sul tagliere e facciamo dei rotoli sottili più o meno quanto un mignolo e tagliamoli alla lunghezza di 10 cm. circa. Adesso posizionando i polpastrelli di tutte le dita tranne il pollice, imprimiamo leggera forza trascinando il cilindretto di pasta in modo che resti incavato al centro. Mettiamo una pentola capiente con abbondante acqua, portiamola a ebollizione e saliamo, non resta che tuffarci dentro i fusilli e farli cuocere per dieci minuti circa (ci accorgiamo che sono cotti quando vediamo che galleggiano). Condiamoli con abbondante sugo e una spolverata di formaggio di capra stagionato e serviamo guarnendo con qualche pezzo di carne.

  • assicurazioni assitur

TUTTE LE RICETTE LE TROVI QUI 

Seguici su facebook e su twitter: @CilentoFornelli

©Riproduzione riservata

  • assicurazioni assitur
  • Lido La Torre Palinuro
  • Lido Urlamare Palinuro