Un milione di dollari per le piccole banche dell’Ecuador – Bcc Comuni Cilentani

 

La Bcc dei Comuni Cilentani, nell’ambito dei progetti di cooperazione internazionale, partecipa al programma di sviluppo promosso delle Bcc campane a sostegno delle piccole banche di un villaggio ecuadoriano.  Un prestito di un milione di dollari a tasso agevolato a Codesarollo, la banca di secondo livello del sistema di 800 sportelli dislocati in una delle aree più disagiate del Sud – America. L’iniziativa s’inserisce nell’ambito del rinnovato accordo tra Federcasse (l’associazione delle Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali italiane) e Codesarrollo (la banca di secondo livello del sistema delle oltre 800 piccole banche di villaggio) finalizzato a sostenere il processo di sviluppo dell’economia solidale e delle finanze popolari nel Paese sudamericano, a dieci anni dalla precedente intesa con la quale si avviò il progetto ‘Microfinanza Campesina’.  Ieri pomeriggio, nella sede della Banca di Credito Cooperativo di Battipaglia e di Montecorvino Rovella, è stato reso operativo il prestito dell’importo di 1 milione di dollari, suddiviso in quote di 100mila euro tra dieci Bcc della Campania. L’atto deliberativo è stato firmato da Cerullo Domenico, Vice Presidente Bcc Alto Casertano e Basso Frusinate; Silvio Petrone, Presidente Cra/Bcc di Battipaglia e Montecorvino Rovella; Rosario Pingaro, Presidente Bcc di Capaccio Paestum; Pasquale Lucibello, Vice Presidente Banca del Cilento e Lucania Sud; Lucio Alfieri, Presidente Bcc dei Comuni Cilentani; Domenico Sessa, Presidente Cra/Bcc di Fisciano; Anna Miscia, Presidente Bcc Monte Pruno di Roscigno e di Laurino; Luigi Zollo, Presidente Bcc di San Marco dei Cavoti e del Sannio-Calvi; Angelo D’Amato, Presidente Banca di Salerno Credito Cooperativo; Giovanni Rinaldi Presidente Bcc di Buonabitacolo.  ‘Confermiamo in maniera concreta la piena adesione, attraverso la micro finanza – ha affermato il presidente di Federcampana Bcc Silvio Petroneai – ai valori della cooperazione di credito: il primato della persona, l’auto-aiuto, la democrazia economica e il dialogo e lo scambio reciproco tra comunità, tra Paesi del Nord e del Sud del mondo’.  Tecnicamente l’operazione finanziaria si configura in un mutuo chirografario – assistito da garanzia del Fondo Ecuadoriano ‘Populorum Progressio’ – della durata di cinque anni con preammortamento di dodici mesi, al tasso del 4 per cento annuo con rate semestrali posticipate.  In dieci anni, oltre 200 Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali hanno messo a disposizione di Codesarrollo (per piccoli prestiti erogati dalle banche locali cooperative alle proprie comunità) oltre 40 milioni di dollari. Nel corso di questi anni il progetto ‘Microfinanza Campesina’ è diventato un caso di scuola a livello internazionale, rappresentando oggi una delle iniziative più importanti di cooperazione allo sviluppo in chiave mutualistica e partecipata, attivato e sostenuto con fondi esclusivamente privati. La nuova missione del Credito Cooperativo in Ecuador si terrà dal 3 al 12 ottobre 2014.