• Home
  • Domenicale
  • Ascea, “Il pesce pettine”: le dichiarazioni di Enza Lista.

Ascea, “Il pesce pettine”: le dichiarazioni di Enza Lista.

di Rosalia Tancredi

Qualche settimana fa, Maria Pia Cerulo, regista de “Il pesce pettine”, senza esitare ha fornito notizie relative al lavoro, frutto di un anno di inchieste sul territorio cilentano, che a breve si concretizzerà in un film.
E’ stata lei,  che dopo aver mostrato entusiasmo verso le bellezze paesaggistiche del Cilento  –  in particolare è rimasta incantata dalle rovine dell’antica città di Elea – Velia e dalla Baia di Argento di Ascea Marina – ha manifestato la sua ammirazione nei confronti della gente cilentana, ma soprattutto nei confronti di chi, sfidando le dinamiche di un territorio, spesso definito “lento” e “sterile”, si è dato da fare perché fortemente legato ai luoghi del Cilento e consapevole delle grandi potenzialità insite in essi.
Il Giornale del Cilento, per tanto, ha deciso di incontrare e intervistare Enza Lista, che ha sostenuto sin dall’inizio il progetto legato alla realizzazione di questo film, per cercare di capire qual è l’importanza che un imprenditore cilentano dà ad un lavoro di questo genere e quanto lo ritiene fondamentale per lo sviluppo di un territorio basato su un’economia turistica.
Chi è Enza Lista e di cosa si occupa?  
Sono una cilentana che ama il Cilento e che intende fare qualcosa per questo territorio.
Sin da piccola ho avuto una grande vocazione per il settore turistico e ora sono proprietaria di un albergo e di un villaggio che gestisco con mio marito.  Amo la gente e il mio obiettivo è farla innamorare dei luoghi del Cilento, affinché scelgano quest’ultimo come meta turistica non solo stagionale, ma che lo interpretino anche come un mosaico composto da località che in ogni mese dell’anno sono capaci di trasmettere emozioni.
Come nasce la passione per questo tipo di attività?
La passione per questo tipo di attività, alla quale mi dedico anima e corpo, 365 giorni all’anno, mi è stata trasmessa da mio padre. Sin da bambina lo aiutavo a scrivere lettere e ricordavo a memoria i cognomi dei nostri clienti più affezionati, soprattutto tedeschi e austriaci. E’ stato lui a infondere in me il desiderio di rimanere legata a questa terra e di rispettarla attraverso la valorizzazione e la promozione.
Cosa ne pensa di un film che sarà girato quasi interamente in una località turistica come Ascea?
L’idea del film è fantastica. So quanto è faticoso attirare flussi turistici, soprattutto non durante la bella stagione, per tanto, avendo saputo che una regista ha scelto il Cilento per girare il suo film, la trama del quale è legata ad antiche tradizioni della mia terra, nella quale sono nata e nella quale vivo e lavoro, ha suscitato in me grande entusiasmo e ammirazione. E’ un’occasione importante per Ascea e non solo…
Lei, dunque appoggia questo progetto? Perché?
Certo. Ho deciso di appoggiare il progetto perché un film dalle mie parti non è stato mai girato. Credo, di conseguenza, che possa fungere da volano per questo territorio, oltre che essere un segnale di riconoscimento per il Cilento e soprattutto per le località che in primis saranno coinvolte.
Ho conosciuto la regista e mi infonde fiducia. Mi ha mostrato il progetto e lo ritengo valido.
Crede che si tratterà di un’operazione di marketing territoriale?
Si tratterà di una vera e propria operazione di marketing perché sono sicura, che soprattutto quando, si aggireranno in loco alcuni personaggi famosi e il cast si trasferirà per i provini nel Cilento, la gente si animerà e seguirà con entusiasmo i diversi step relativi alla realizzazione del progetto, oltre che le dirette che verranno, come mi ha detto la regista, mandate in onda.
E tale operazione ritiene sarà importante soltanto per Ascea, location cilentana principale del film?
Assolutamente no. Si tratterà di un’operazione importante non soltanto per Ascea, ma di sicuro anche per i comuni limitrofi e per il Cilento tutto. Albergatori, ristoratori, negozianti … avranno una possibilità in più di lavorare, ma il mio augurio è che il film “Il pesce pettine” possa diventare un elemento di unione tra le diverse realtà presenti in loco, forza di attrazione capace di suscitare interesse verso il Cilento in quanti lo visiteranno. Bisogna creare una rete e non procedere nell’individualismo sterile. E’ ora. Io sono pronta.
Queste le dichiarazioni di Enza Lista che ospiterà nella sua struttura parte del cast “Il pesce pettine”, queste le sue impressioni nei confronti di questo progetto.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019