• Home
  • Rubriche
  • Zoom
  • Una storia che parte da Parigi e arriva nel Cilento: “Twins”, di Alessia e Michela Orlando.

Una storia che parte da Parigi e arriva nel Cilento: “Twins”, di Alessia e Michela Orlando.

di Giuseppe Galato

Una storia che parte da Parigi e arriva nel Cilento: “Twins”, di Alessia e Michela Orlando.

Un thriller che si muove tra la Francia parigina, Palermo, Buenos Aires e termina nel Cilento: è “Twins”, romanzo scritto a due mani della sorelle Alessia e Michela Orlando, conosciute anche con l’acronimo AMO.

Il primo episodio di “Twins” è stato attualmente pubblicato in Germania, Svizzera e Austria.

La sinossi.  Due giovani gemelle, Ale e Michi, rispettivamente attrice e fotografa di scena, sono le misteriose quanto spregiudicate e affascinanti protagoniste di una storia che si sviluppa in varie città, nonché nella vita onirica. Seppure simili sul piano fisico, sono ben diverse sul piano psicologico.

Ale affronta il proprio passato, e le paure per il futuro, comunicando con la sorella da Parigi, l’altra, da Palermo, cerca di sminuire ciò che viene raccontato come un dramma incombente.
L’irruzione di un altro personaggio nella storia, a casa di Ale in piena notte, pare dare una svolta alla trama. Si tratta di Ciro, un attore. Da ciò che dice tramite la webcam a Michi sembrerebbe dimostrare che le paure della gemella siano fondate: molti artisti risultano minacciati e messi sotto protezione di una scorta. Mentre la vicenda delle gemelle scorre segnata da misteriosi sogni e da dialoghi frizzanti, emerge una circostanza inquietante: si adombra che qualcosa di significativo debba essere loro accaduto quando avevano sette anni. L’entrata in scena di altri due personaggi aumenta il senso di pericolo e mistero. Sono Vicente e Delphina Roberta. I due vivono, a Buenos Aires, un intenso e singolare rapporto di amicizia che sfiora il sottilmente erotico. Vicente, per ragioni misteriose, su richiesta del padre, deve affrontare un viaggio, forse senza ritorno, verso l’Italia: il paese di origine della famiglia. Non è ancora dato sapere quale rapporto leghi Ale, Michi e Vicente, però anche questi è bello e affascinante, nonché ottimo ballerino di tango, ed è turbato da  ricorrenti blocchi mentali che si fermano all’età di sette anni.

Due ragazze irrequiete artisticamente, Alessia e Michela Orlando scrivono. Di tutto. Dai romanzi alle short stories, dai testi di canzoni alla sceneggiatura per fumetto e alla critica d’arte, giornalismo con il giornale web Daring To Do. E si interessano di fotografia. Fra i loro lavori: il testo della canzone “Grida”, di Carlo Muccio, la mostra fotografica “Contrasti” a Roma, Museo “Carlo Levi”, Università Sapienza,  la pubblicazione del giallo “Sospetti Marginali”, la partecipazione alla web-radio Radio RSC e alla web tv e radio Borgia, l’e-book fantasy “Senza Macchie”, che narra una storia che, partendo da Los Angeles, finisce nel Cilento, a Laurino, le recensioni delle Opere d’arte dei Maestri Lia Drei e Francesco Guerrieri (cui, insieme alla loro nipotina Natalia, è dedicato TWINS).

©

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019