Tempo di lampughe, conserviamole sott’olio

Questo è il miglior periodo per la pesca alle lampughe, hanno deposto le uova e quindi non si altera l’equilibrio naturale. Questi pesci si prestano bene a varie ricette ma non tutti sanno che li possiamo conservare anche sott’olio come si fa di solito con il tonno.
La preparazione è relativamente facile, basta rispettare le norme d’igiene in maniera scrupolosa e le dosi di sale che è quello che mantiene nel tempo la conservazione.

Ingredienti:
Lampughe di almeno 1 kg
Sale grosso
Olio evo
Olio di mais

Preparazione:
Innanzitutto usiamo solo attrezzatura ben pulita, munitevi di un pentolone capiente in cui mettere il pesce una volta pulito e lavato bene.
Quindi una volta pulito bene priviamolo della testa e della coda, tagliamolo a pezzi ( io cerco di farli più o meno dell’altezza del barattolo) e mettiamo i pezzi nel pentolone.
Adesso aggiungiamo l’acqua avendo cura di misurarla, io uso una brocca da un litro e aggiungo fino a coprire di almeno quattro dita il pesce, poi si aggiunge il sale tenendo conto che per ogni litro d’acqua ci vogliono 70 grammi di sale grosso. Nel mio caso ho versato 4 litri d’acqua e quindi 280 grammi di sale grosso.
Accendiamo il fuoco e portiamo a ebollizione, si formerà una schiuma grigiastra, rimuoviamola con una schiumarola finché l’acqua non è limpida, facciamo sobbollire per almeno 1 ora.
Passato il tempo, scoliamo il pesce avendo cura di farlo stare in un colapasta fintanto che non ha perso tutta l’acqua e si sia raffreddato un poco.
Ora, prendiamo i pezzi uno per volta e togliamo la pelle esterna e la spina centrale, adagiamoli su di un vassoio e copriamoli con un velo in modo che non può essere contaminato da insetti quali mosche o simili. Appena sarà freddo, continuiamo la pulizia eliminando eventuali spine e le parti scure che sono al centro, apriamo le parti e mettiamole di nuovo sul vassoio per almeno 2 giorni in modo che si asciughino bene.
Sterilizziamo i barattoli immergendoli in acqua bollente per 5 minuti, mettiamoli su di un panno pulito ad asciugare e una volta ben asciutti ci sistemiamo dentro i trancetti di lampuga in maniera ordinata e abbastanza compatti. (guarda le foto)
Ultimo passaggio: aggiungiamo l’olio miscelando 50% di olio di semi e 50% di olio d’oliva in quanto quest’ultimo se troppo intenso potrebbe coprire il delicato gusto della lampuga, sigilliamo bene i barattoli e facciamoli bollire per 30 minuti circa in modo da creare il sottovuoto e poterli così conservare anche per un anno.
Facciamo riposare le conserve almeno un mese prima di consumarle, se ci riuscite!

TUTTE LE RICETTE LE TROVI QUI 

Seguici su facebook e su twitter: @CilentoFornelli