Decine di nuove imprese prenderanno vita nel Cilento grazie ai Psr regione Campania

Pubblicata, dal gal Cilento regeneratio, la graduatoria definitiva delle istanze ammesse a finanziamento per la  Misura 312 ‘Sviluppo di nuove imprese nel settore del turismo sostenibile e nei settori correlati’ Psr regione Campania 2007 – 2013. Sono numerosi i soggetti risultati beneficiari di finanziamento fino a 150.000 euro. Per somme fino a 50.000 euro la quota finanziata è pari al 100% della spesa ammessa, mentre per investimenti maggiori è previsto un co-finanziamento da parte del beneficiario pari al 25%. Le tipologie di attività finanziate sono relative a: artigianato artistico, tradizionale e tipico locale; ricettività turistica extralberghiera e piccola ristorazione; servizi al turismo. La misura mira, in particolare, a favorire lo sviluppo e la diversificazione dell’economia dei territori rurali che rientrano nel gal Cilento, attraverso l’ampliamento ed il consolidamento del tessuto imprenditoriale locale operante nel settore extra-agricolo. Allo scopo, essa incentiva, nelle aree rurali, gli investimenti nel settore del turismo e dell’artigianato artistico, tradizionale e tipico, mediante la riscoperta e la valorizzazione delle botteghe storiche, degli antichi mestieri, delle produzioni artistiche, nonché delle produzioni tipiche legate alle conoscenze e ai saperi del territorio, con l’obiettivo di: incrementare l’attività economica e i tassi di occupazione; consolidare ed ampliare il tessuto imprenditoriale locale operante nel settore extra-agricolo, anche nella forma associativa; creare un supporto allo sviluppo del territorio mediante l’incentivazione a microimprese operanti nel campo dei servizi al turismo; incoraggiare l’adozione e la diffusione delle Tic (tecnologie della comunicazione e dell’informazione) agevolando l’utilizzazione di attrezzature informatiche ed il ricorso al commercio elettronico; favorire l’internazionalizzazione delle microimprese che operano nel campo delle produzioni artigianali tipiche e del turismo. Ad essere preferiti nell’assegnazione delle risorse della misura suddetta sono giovani laureati al fine di favorire la nascita di nuove attività imprenditoriali in territori tendenti allo spopolamento.