• Home
  • Sport
  • Napoli, tre atleti di Camerota tra i primi 100 partecipanti

Napoli, tre atleti di Camerota tra i primi 100 partecipanti

di Federico Martino

La Uisp Unione Italiana Sport e la A.S.D. Mediterraneo Eventi, con la collaborazione della A.S.D. Mediterraneo Marathon Club e con il patrocinio del Comune di Napoli, nell’ambito del calendario delle manifestazioni regionali UISP Comitato Regionale Campania, ha organizzato una manifestazione sportiva, ricreativa, amatoriale, promozionale, dilettantistica, esercitata con modalità competitiva denominata 28a Maratonina SpaccaNapoli di km 10, Domenica 30 ottobre 2011, ore 9,00, Piazza del Plebiscito, e una corsa non competitiva di km 3 aperta a tutti denominata Spaccanapoli Mini Run.

La corsa storica ha attraversato le strade della città del sole, della storia e dell’arte. Fra i dedali dei decumani è stato accarezzato il cuore del Centro Antico che custodisce vestigia di raro pregio e bellezza. Il 17 ottobre 1982 la UISP, Unione Italiana Sport per tutti, organizzava la prima edizione della corsa partenopea più amata da atleti professionisti e amatori.

Per la gara più tradizionale ed affascinante non poteva mancare la podistica ASD Running Club Camerota, che ha dato prova, fra le grandi associazioni amatoriali presenti sul territorio, della sua tenacia con tre dei suoi migliori atleti: Guzzo Domenico, Salvatore Giordano e Linda Scarpitta. Presenti alla partenza di Piazza Plebiscito, circa 500 atleti, tra i più forti della Campania. In un percorso non semplice, fatto di salite- tratti pianeggianti ed alla fine una lunga discesa (Via Toledo), gli atleti della locale podistica hanno raggiunto posizioni in classifica di tutto riguardo, andando anche a premiazione.
CLASSIFICA:
Posizione:      ATLETA                        ; Tempo;
33°-          Domenico Guzzo          – Min.36 circa;
68°           Salvatore Giordano       – Min.38 circa.
                Linda Scarpitta            – Min.42 circa.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019