Acqua non potabile nel Salernitano, fake news sui social

146
Infante viaggi

Sul sito web del Comune, un’ordinanza vera che impone il divieto dell’uso dell’acqua potabile per la presenza di una carica microbiologica. In rete nei social, una successiva ordinanza comunale fasulla indica la presenza di sostanze radioattive nelle risorse idriche comunali. Nelle mani dei carabinieri, una denuncia, formalizzata oggi dal sindaco, per la diffusione della ‘fake news’. E’ questo il resoconto di quanto sta avvenendo, nelle ultime ore, a Campagna, piccolo comune del Salernitano. Il primo cittadino, Roberto Monaco, ieri, ha firmato un provvedimento con il quale ordina «a tutte le utenze del civico acquedotto del comune di Campagna il divieto dell’uso dell’acqua erogata per uso potabile», fino alla revoca dell’ordinanza stessa. Questo provvedimento, necessario a seguito dei controlli periodici eseguiti sulle acque erogate dell’acquedotto, è adottato per attivare «una sterilizzazione straordinaria dell’intero sistema di distribuzione dell’acqua potabile». Stamane, però, inizia a circolare sui social network, un’ordinanza che sarebbe stata firmata ieri sera alle 23 che comunica «la presenza di sostanze radioattive nelle risorse idriche comunali». Circostanza questa smentita dall’amministrazione comunale. Tant’è che il sindaco, già in mattinata, ha formalizzato «presso i carabinieri di Campagna la denuncia, contro ignoti, per aver pubblicato un’ordinanza fasulla» perchè, spiega, «nessuna ordinanza è stata emessa oltre a quella già nota e pubblicata sul sito del comune di Campagna».

  • Petrolfer srl
  • Scait consulenza alle imprese

©Riproduzione riservata

  • Assicurazioni Assitur
  • Petrolfer srl