• Home
  • Attualità
  • Cilento, stop asporto alcolici. Gestori bar: «Costretti a disobbedire»

Cilento, stop asporto alcolici. Gestori bar: «Costretti a disobbedire»

di Luigi Martino

Si è concluso l’ultimo fine settimana di asporto libero e movida senza restrizioni. Ma già da qualche giorno tira aria di protesta tra i gestori di baretti e locali per l’ordinanza di De Luca che da oggi e fino al 31 luglio vieta l’asporto di alcolici dalle 22 alle 6. «Abbiamo due possibilità: chiudere o disobbedire» avvertono. In Campania sono 16 mila i bar e i locali colpiti dall’ordinanza. Centinaia quelli dislocati lungo la Costiera Cilentana che dopo mesi di chiusure e restrizioni severe per combattere il covid, hanno ripreso a respirare.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019