• Home
  • In Evidenza
  • Comunali 2019, Valle dell’Angelo il più piccolo al voto. Curiosità su Morigerati

Comunali 2019, Valle dell’Angelo il più piccolo al voto. Curiosità su Morigerati

di Luigi Martino

L’election day di domenica 26 maggio porterà alle urne anche i cittadini di 178 Comuni della Campania chiamati ad eleggere il nuovo sindaco e a rinnovare i Consigli comunali. Si tratta del 32% degli enti locali della regione, quasi uno su tre, principalmente piccoli Comuni sotto i 15 mila abitanti per i quali non è quindi previsto il turno di ballottaggio. L’unico capoluogo è Avellino che torna al voto a dodici mesi dalle ultime comunali che avevano visto la vittoria del Movimento 5 Stelle con Vincenzo Ciampi, sfiduciato appena 4 mesi dopo l’elezione a sindaco. I pentastellati ci riprovano con Ferdinando Picariello, vice di Ciampi nella precedente legislatura, che sfida altri 6 candidati sindaco. Il Pd, sostenuto da altre 4 liste, schiera il giornalista e comunicatore irpino Luca Cipriano. Il centrodestra si presenta spaccato con la Lega che corre da sola a sostegno dell’avvocato Biancamaria D’Agostino e Forza Italia che raccoglie il sostegno di Fratelli d’Italia e Udc per il manager Dino Preziosi. E’ stata invece esclusa l’altra lista di centrodestra Prima Avellino di Damiano Genovese, il consigliere uscente della Lega che aveva collezionato un record di preferenze alle amministrative del 2018.

Ciriaco, highlander della politica L’imprenditore, figlio di un capoclan condannato all’ergastolo, in un’intervista a Report aveva spiegato di non voler prendere le distanze dal padre, Amedeo Genovese. Oggi, sui social, sponsorizza la candidatura di un aspirante consigliere comunale schierato con la Lega. Anche il centrosinistra si presenta diviso tra la candidatura di Cipriano, quella dell’ex vicesindaco dem Gianluca Festa e la lista ‘Si Può’ del civico Amalio Santoro. Chiude l’elenco Massimo Passaro con le civiche Polis e Cittadini in Movimento. L’M5S presenta liste in 20 Comuni ma non si presenta in cinque città sopra i 15mila abitanti. Oltre ad Arzano, Bacoli, Sant’Anastasia e Sant’Antonio Abate in provincia di Napoli manca all’appello anche Casal di Principe in provincia di Caserta dove riprova a vestire la fascia tricolore il sindaco uscente Renato Natale, medico e attivista che fu primo cittadino del comune per un breve periodo negli anni Novanta, fino al 1994, quando don Peppe Diana fu ammazzato dalla camorra casalese. Non si svolgeranno le elezioni a Domicella, in Irpinia, dove l’unico candidato sindaco, l’uscente Stefano Corbisiero, è morto domenica scorsa, a una settimana dal voto. L’highlander della politica italiana Ciriaco De Mita a 91 anni tenta il bis nella sua città natale, Nusco (Avellino). A sfidarlo c’è Francesco Biancaniello, avvocato 55enne che ha lanciato un appello al voto ai giovani di Nusco.

Alfieri sfida Voza e Sica. Morigerati e Valle dell’Angelo, le curiosità Nel salernitano, il consigliere per l’agricoltura del governatore campano Vincenzo De Luca, Franco Alfieri, esponente del Pd, si candida a sindaco di Capaccio Paestum nonostante l’inchiesta su voto di scambio che lo vede indagato per voto di scambio. Dovrà vedersela con altri due candidati, Vincenzo Sica sostenuto da Lega e FdI e l’ex sindaco Italo Voza. Il Comune più popoloso al voto è Casoria (Napoli) con 78 mila residenti e 7 candidati sindaco. Pasquale Fuccio del Pd corre con sei liste tra cui Lega Sud Ausonia che punta all’indipendenza del meridione e alle regionali del 2015 sostenne il centrodestra candidando anche l’ex fidanzato della Papy Girl Noemi Letizia. Il centrodestra corre unito con Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia insieme per Angela Russo. Elena Vignati è la candidata del centrodestra mentre Raffaele Bene, il candidato civico che ha più liste a sostegno, ben 8, è stato indicato da Campania Libera, formazione vicina al governatore De Luca. Il Comune più piccolo è Valle dell’Angelo in Cilento, appena 280 residenti e 2 candidati sindaco. A Valle dell’Angelo come in tanti centri sotto i 1000 abitanti a rischio spopolamento, il numero di elettori supera quello dei residenti. A Morigerati, in Cilento, ad esempio, ci sono 699 residenti ma gli elettori sono quasi il doppio, 1341. A Rocchetta e Croce (Caserta) una popolazione di soli 463 residenti dovrà scegliere tra ben 7 candidati sindaco e 53 aspiranti consiglieri comunali. Praticamente si è candidato un cittadino ogni 9 residenti.

Il listone Sono 49 i Comuni della provincia di Salerno chiamati al voto domenica 26 maggio per l’elezione del sindaco e il rinnovo del Consiglio comunale.

ALBANELLA ASCEA ATRANI AULETTA BARONISSI BELLIZZI BELLOSGUARDO CAGGIANO CAMPORA CAPACCIO PAESTUM CASALBUONO CASALETTO SPARTANO CASELLE IN PITTARI CASTELNUOVO CILENTO CASTELNUOVO DI CONZA CASTIGLIONE DEL GENOVESI CICERALE CUCCARO VETERE FELITTO FURORE FUTANI GIOI LAUREANA CILENTO MINORI MONTANO ANTILIA MONTECORVINO PUGLIANO MORIGERATI NOCERA SUPERIORE OLIVETO CITRA OMIGNANO OTTATI PAGANI RICIGLIANO ROFRANO SALA CONSILINA SALENTO SALVITELLE SAN CIPRIANO PICENTINO SAN MAURO CILENTO SAN PIETRO AL TANAGRO SAN RUFO SARNO SCAFATI TORCHIARA TORRACA TORRE ORSAIA TRAMONTI VALLE DELL’ANGELO VIETRI SUL MARE

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019