“Miglior sommelier junior”, 3 studenti salernitani sul podio

Potrebbero essere i sommelier del futuro. Intanto, hanno ottenuto i piazzamenti più alti sul podio del secondo concorso regionale “Miglior sommelier junior”, organizzato dalla sezione campana dell’Associazione italiana sommelier (Ais). Sono tre studenti salernitani di altrettante scuole alberghiere del territorio provinciale, dove si costruisce il futuro di questi ragazzi insegnando loro anche un giusto approccio alla comunicazione del vino e al servizio di settore. All’ottimo risultato ottenuto dagli istituti hanno contribuito anche le attività di promozione e sensibilizzazione svolte dalle delegazioni Ais Salerno e Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano.

Il concorso regionale “Miglior sommelier junior” si è tenuto, nei giorni scorsi, presso l’Ipsar “Le Streghe” di Benevento. Prima classificata per la categoria  2/a è stata l’allieva Francesca Pastore della III sala-bar sez. A dell’Ipsar “R. Virtuoso” di Salerno, accompagnata dal prof. Claudio Napoli.   
Si è classificato invece secondo, sempre per la categoria  2/a, l’allievo Antonio Alfano della III sala-bar sez. C dell’Ipsar di Pagani, accompagnato dal prof. Giuseppe Sorrentino.   
Seconda classificata, anche per la categoria  2/b, è stata infine l’allieva Virginia Cavallo della V ristorazione sez. A dell’Ipsar “E. Corbino” di Contursi, accompagnata dal prof. Vincenzo Di Donna.   

L’ottimo piazzamento ottenuto dagli alunni ripropone all’attenzione l’importanza della qualificazione professionale in un settore, come quello del vino, che può rappresentare ancora una nicchia felice nell’economia della nostra Provincia. È questa la proposta dell’Associazione italiana sommelier che, attraverso le due delegazioni salernitane, organizza corsi professionali per aspiranti sommelier, serate-evento, laboratori di degustazione e cene a tema. Tutte occasioni per scoprire o approfondire l’affascinante mondo del vino, per il piacere di imparare a bere bene e, magari, anche per trovare lavoro nel settore.