Femminicidio Sapri, marito: «Colpo partito accidentalmente»

0
8

Ha confessato Gabriele Milito, 75 anni, il marito di Antonietta Ciancio, la donna di 69 anni trovata morta, con un colpo di pistola alla nuca, mercoledì pomeriggio nella sua casa del centro cittadino di Sapri. L’uomo, noto ragioniere in pensione, è stato sottoposto a fermo dopo la confessione avvenuta sotto interrogatorio nella tarda serata di mercoledì nella caserma carabinieri della locale stazione. Il 75enne – secondo quanto si apprende – avrebbe dichiarato che, in camera da letto, nel pulire la sua pistola, legalmente detenuta, sarebbe partito accidentalmente un colpo finito poi alla nuca di sua moglie.

Una versione dei fatti ancora al vaglio della Procura della Repubblica presso il tribunale di Lagonegro (Potenza) che coordina le indagini. A quanto appurato, Antonietta Ciancio, insegnante in pensione, sarebbe stata uccisa nei giorni scorsi, tant’è che il suo cadavere è stato rinvenuto ieri pomeriggio già in avanzato stato di decomposizione. A dare l’allarme sono stati dei parenti della vittima preoccupati in quanto la stessa non rispondeva al telefono. Gabriele Milito è stato, invece, rintracciato dai carabinieri l’altro pomeriggio sulla strada che collega Sapri con Lagonegro, in provincia di Potenza. L’uomo, in evidente stato confusionale, è stato poi condotto in caserma ed interrogato.

Il femminicidio ha suscitato molto scalpore nel centro capofila del Golfo di Policastro. I coniugi Milito erano molto conosciuti. La vittima ha insegnato per anni a Sapri prima di andare in pensione, mentre suo marito ha svolto da sempre la professione di ragioniere. Il rapporto tra i due coniugi è sempre stato sereno. Gabriele Milito, sottoposto a fermo con l’accusa di omicidio volontario, e’ stato associato nel carcere di Potenza. Nelle prossime ore, invece, si terrà l’autopsia da parte del medico legale sul cadavere della Ciancio che si trova presso la sala mortuaria dell’ospedale di Sapri. 

©Riproduzione riservata

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here