• Home
  • Economia
  • Palazzo Sant’Agostino approva la variazione di bilancio per l’anno 2009

Palazzo Sant’Agostino approva la variazione di bilancio per l’anno 2009

di Redazione

Supera la soglia dei 4 milioni di euro la variazione di bilancio 2009 presentata ed approvata ieri mattina dal Consiglio provinciale di Salerno. Quattro le delibere finanziarie che hanno ricevuto il sì della maggioranza dell’assise di Palazzo Sant’Agostino. Due le emergenze individuate dalle disposizioni: la manutenzione e messa in sicurezza della rete viaria provinciale e l’edilizia scolastica.

Sono proprio questi i due settori che hanno ricevuto buona parte dei fondi indirizzati: "Sono stati stanziati – specifica il presidente della Provincia di Salerno, Edmondo Cirielli – 400mila euro per l’ammodernamento della rete viaria provinciale, e altri 400mila euro per l’edilizia scolastica".
Accanto a queste risorse, come spiega Cirielli in sede assembleare, sono stati riscontrati circa 4 milioni di euro di fondi derivanti da mutui che l’Ente aveva accesso, ma che non aveva utilizzato. "Con queste risorse, in relazione alle quali la Provincia aveva già pagato gli interessi, abbiamo pensato di migliorare le strade di nostra competenza". A completare il quadro di fondi provinciali da indirizzare alle opere infrastrutturali, anche l’aeroporto di Salerno, per il quale, sottolinea l’assessore al Bilancio, Antonio Squillante, "l’Ente ha previsto 625mila euro come pregresso dell’obbligazione nei confronti del Consorzio Aeroporto".
A completare la manovra finanziaria dell’Ente relativa all’anno 2009, anche il settore turistico e la faccenda degli incarichi e delle consulenze esterne.
"Le spese di staff – aggiunge Cirielli – sono state ridotte con delibera del 30 per cento; poi, per quanto riguarda le consulenze, dopo una verifica sugli ultimi sei mesi di giunta Villani, abbiamo scoperto una spesa di 3 milioni e 300 mila euro, invece, noi compresi i compensi del Nucleo di Valutazione, non arriveremo a 100 mila euro". Ben più delicata la questione turismo, legata alle risorse investite per l’organizzazione della Borsa Mediterranea del turismo archeologico. Per l’edizione 2009 della Bmta, dice il presidente della Provincia, "abbiamo speso il 33 per cento in meno. A fronte dei 540 mila euro spesi lo scorso anno, noi, invece, ne abbiamo impiegato 364 mila. Infine – conclude Cirielli – dal capitolo di spesa relativo alla Borsa del Turismo Archeologico erano stati prelevati 240 mila euro, risorse utilizzate per altre attività. Questo è uno dei motivi che ha reso necessaria una variazione di bilancio".
Uno spazio finanziario è stato previsto anche per l’energia rinnovabile: presto, infatti, i tetti di Palazzo Sant’Agostino ospiteranno una mini centrale fotovoltaica del valore di 410mila euro.

FONTE: DENARO.IT

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019