• Home
  • Cultura
  • Fiere di Vallo sature di visitatori. Angelo Coda:”Eventi che riescono a coinvolgere i più eterogenei protagonisti della vita economica”

Fiere di Vallo sature di visitatori. Angelo Coda:”Eventi che riescono a coinvolgere i più eterogenei protagonisti della vita economica”

di Federico Martino

Sono circa 15mila i visitatori che hanno scelto per lo shopping natalizio l’ultimo evento dell’anno di scena nei padiglioni espositivi di Vallo della Lucania. Sono la Fiera dell’artigianato e il salone “Sposissima 2009”, che hanno preso il via sabato (5 dicembre) e hanno chiuso oggi (8 dicembre). In 6mila quadri di esposizione coperta oltre 100 espositori hanno presentato novità di settore e ultime tendenze chic. Intanto, il primo Salone dell’orientamento scolastico nel Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano, dal1°dicembre a oggi, ha catalizzato l’attenzione di oltre 3mila studenti provenienti dai bacini di utenza di Vallo, Sapri e Agropoli, ed è stato visitato dalle autorità di tutta la Provincia, con il presidente Edmondo Cirielli in testa, accolto dal sindaco Luigi Cobellis.
Di qui la legittima soddisfazione degli organizzatori. «Le Fiere di Vallo – spiega il responsabile marketing Angelo Coda – si confermano, ancora una volta, un contenitore in grado di proporre ed ospitare eventi che riescono a coinvolgere i più eterogenei protagonisti della vita economica e culturale, con ricadute tangibili sul territorio. Un ruolo che ci è stato riconosciuto ampliamente dalle tante personalità politiche che ci hanno fatto visita durante questa lunga kermesse».
A suscitare l’interesse del mondo della cultura è stata, invece, la rassegna d’arte “I profumi ed i colori del mare e della costa del Tirreno”, curata dal maestro Mario Modica, direttore artistico delle Fiere. In esposizione 22 opere realizzate da 11 artisti sulla storia e sulle bellezze paesaggistiche del Cilento. Sono Erika Bianco, Landi Donato, Rosario Feola, Pia Maria Ferolla, Mario Francese, Romeo Lembo, Agnese Pinto, Elda Pinto, Pia Sapio, Pantaleo Tarallo, Paola Violi. Alla settima edizione, la rassegna che
accompagna gli eventi fieristici di dicembre ha offerto, fino ad oggi, la possibilità a più di 150 tra pittori, scultori e poeti, di farsi conoscere e apprezzare dal grande pubblico.
Grande protagonista della rassegna è stata anche la moda con i defilèe di abiti da sposa e da cerimonia dello stilista salernitano Peppe Volturale, Pina Esposito di Vallo della Lucania, atelier Luna di Mercato S. Severino, A&R sartoriale di Silla di Sassano, Guendalina production con i suoi abiti d’epoca.
Unanimi consensi dal mondo sartoriale sono arrivati anche per la terza edizione del concorso regionale “Orange Flowers Fashion”, che ha portato in passerella le creazioni degli studenti campani dei
corsi di moda e design. Ad aggiudicarsi la sezione “moda sposa” è stato l’ istituto Ipsia Marconi di Vallo della Lucania, mentre la sezione “moda cerimonia” è stata dominata dall’Ipsia Trani di Salerno cui è andato anche il premio della critica.
Uno straordinario successo è stato riscosso, inoltre, dal primo Salone dell’orientamento scolastico nel Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano, che ha affiancato gli eventi fieristici. Dal 1° al 3 dicembre i
riflettori sono stati puntati sull’orientamento in entrata e si sono svolti focus di approfondimento per i docenti sui temi della razionalizzazione della rete scolastica, della qualità della formazione e della riforma delle scuole secondarie superiori. Tra gli illustri relatori, ci sono stati Angela Orabona
del polo della qualità della direzione regionale e il segretario generale della Uil scuola, Massimo Di Renna. Dal 5 all’8 dicembre, invece, sono stati allestiti gli info point del centro per l’impiego e dell’esercito per i ragazzi interessati ad un futuro in divisa.
L’evento è stato ideato nell’ambito del progetto Polaris, voluto dai dirigenti scolastici degli istituti vallesi di ogni ordine e grado, con l’obiettivo di realizzare un polo formativo di qualità nel territorio cilentano. «Quella del Salone è stata una valida intuizione – spiega il dirigente scolastico Angelo Bruno – Ha dato, infatti, la possibilità alle scuole cilentane di confrontare in un unico contesto le proprie offerte formative, a tutto vantaggio dei futuri studenti».
Nel corso della visita istituzionale del presidente Cirielli, i dirigenti scolastici del distretto di
Vallo gli hanno consegnato un documento congiunto, contenente l’appello a coniugare la necessaria razionalizzazione con i diritti all’istruzione di una popolazione studentesca che vive in un’area caratterizzata da un’orografia accidentata e da scuole di montagna il Cilento, come il Cilento. Hanno
sottoscritto il documento i presidi Donata Femia, Angelo Bruno, Maria Carmen Greco, Carlo Di Legge, Melania Santarcangelo, Carmine Romanelli, Francesco Passariello, Michele Nunzi, Liliana Mautone, il sindaco Luigi Cobellis e l’ assessore alla pubblica istruzione Pantaleo Mautone.
«Mi farò portavoce delle esigenze di questa comunità nelle sedi opportune», ha assicurato Cirielli, che
ha anche indicato il progetto Polaris come «esempio positivo di sinergia per le istituzioni».

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019