• Home
  • Cultura
  • Diano medievale… alla tavola della principessa Costanza… in onore dell’Ars Amandi

Diano medievale… alla tavola della principessa Costanza… in onore dell’Ars Amandi

di Federico Martino

Nel 1480 Antonello Sanseverino, Principe di Salerno e Signore di Diano sposa Costanza, figlia di Federico da Montefeltro, il grande Duca di Urbino. In ricordo di questo avvenimento, per riviverne i fasti e la magnificenza, la Pro Loco di Teggiano, ogni anno, organizza questa festa medioevale di metà agosto. È una occasione unica per poter godere di tutto il patrimonio artistico e culturale di Teggiano visto che in tutti i monumenti, contemporaneamente aperti per l’occasione, sono possibili visite guidate. Stasera il programma estivolo apriranno i Rotumbè in concerto, gruppo cilentano di musica etnica-popolare. Il concerto è un anteprima di Diano medievale… alla tavola della principessa Costanza…  in onore dell’Ars Amandi progetto coofinanziato con i fondi POR FERS Campania 2007-2013 e che si svolgerà nel comune di Teggiano attraverso numerosi eventi, nei mesi di agosto e settembre.
I Rotumbè valorizzano canti e melodie di tradizione ed ispirazione popolare cilentana in particolar modo. "Abballati" è l’ultimo loro lavoro, sviluppo del progetto "Viento ca sona", sul quale i Rotumbè sono impegnati da diversi anni. Un’operazione culturale che tende a rimarcare l’emergere dei segni e delle sonorità locali nell’ambito delle connotazioni tipiche del bacino Mediterraneo.

"Abballati non è che il suono che si diffonde e amplifica l’eco lontano delle nostre radici culturali di territorio crocevia di fondanti civiltà, perle di identità cilentana nel vasto mare delle sonorità mediterranee…"

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019