Virus, bloccate famiglie dirette in Cilento: multe e quarantene ‘forzate’

Infante viaggi

La task force funziona e i primi provvedimenti sono stati già applicati stamane, poco dopo l’alba, quando lungo la statale 18 la polizia e i carabinieri hanno bloccate le prime famiglie dirette nel Cilento. Avevano intenzione di trascorrere il weekend di Pasqua vicino al mare, magari occupando le seconde case. In barba al regolamento contenuto nel Dpcm del Governo, i ‘furbetti’ dell’emergenza sanitaria si sono comunque messi in viaggio e, armati di una ‘buona scusa’, hanno tentato di raggiungere il comprensorio a sud di Salerno. Non avevano fatto i conti con il rafforzamento dei posti di blocco. Le forze dell’ordine e di polizia, affiancate dai gruppi di protezione civile del territorio, hanno identificato già centinaia di auto lungo la superstrada che collega la piana del Sele con il Cilento. Tra loro anche famiglie con componenti residenti in Comuni cilentani ma che comunque non potevano raggiungere i centri perchè non hanno saputo fornire motivazioni valide. Rispediti a casa, multati e nelle prossime ore gli sarà notificata la quarantena che li obbligherà a restare tra le mura domestiche per almeno due settimane, senza nemmeno la possibilità di uscire per andare a fare la spesa.

  • Vea ricambi Bellizzi

©Riproduzione riservata

  • Lido La Torre Palinuro
  • Vea ricambi Bellizzi
  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur