Tagli sanità, in provincia di Salerno 351 posti letto in meno negli ospedali

Cambio al vertice dell’Asl di Salerno. A Federico Pagano subentra Anna Luisa Caiazzo, 54 anni di Nocera, sarà lei per tre anni a dirigere l’azienda sanitaria salernitana. «L’esperienza maturata dalla dottoressa Caiazzo, anche sotto il profilo sanitario, dà ampia garanzia in relazione alle funzioni da svolgere», si legge così nella nota di delibera di nomina.

La Caiazzo intende risistemare e riorganizzare al più presto i settori più importanti dell’Asl e anticipa che a breve verrà stilato un documento. Nel documento verranno inseriti gli ospedali che chiuderanno i battenti e quelli che verranno riconvertiti come quello di Agropoli. Inoltre ci sarà l’accorpamento degli ospedali di Eboli, Roccadaspide, Oliveto Citra e Battipaglia in un unico ospedale della Valle del Sele. Il neo direttore intende “tagliare” i servizi sanitari per investire al meglio su un numero minore di strutture. Saranno 351 i posti letto in meno: 224 pubblici e 127 privati.

©Riproduzione riservata