• Home
  • Cronaca
  • Capaccio, Marta Santoro ottiene arresti domiciliari: attesa decisione di patteggiamento

Capaccio, Marta Santoro ottiene arresti domiciliari: attesa decisione di patteggiamento

di Marianna Vallone

L’ex comandante della forestale di Foce Sele, Marta Santoro, ha ottenuto l’attenuazione della misura cautelare. Dopo 126 giorni in carcere a Fuorni, cioè dal 3 ottobre scorso, è ora agli arresti domiciliari. Il gip Renata Sessa ha accolto l’istanza presentata dalla difesa e finalmente l’ex comandante ha potuto rabbracciare i suoi familiari.

La donna, chiamata a rispondere del reato di concussione tentata e consumata, abuso d’ufficio e falso in atto pubblico, quest’ultimo in concorso con il marito-collega Antonio Petillo, lunedì sera si è recata nell’abitazione dove resterà in attesa delle decisioni del gip Donatella Mancini sulla richiesta di patteggiamento e rito abbreviato richiesto dal collegio difensivo, composto dagli avvocati Antonio Zecca, Antonello Natale ed Angela Nigro.

Il penalista Zecca, capo del collegio difensivo, dovrà ora arrivare a una pena da concordare con il pm Cardea, titolare dell’inchiesta, in caso di accoglimento del patteggiamento, puntando – si legge su Stile tv – una condanna penale comunque inferiore ai cinque anni. In caso di mancato accordo, si procederà per la Santoro, accusata di 7 reati penali e sui cui pendono 16 capi d’imputazione, con il rito abbreviato, quello che attende invece il Petillo, condizionato però all’audizione di due testimoni relativamente ai casi che lo vedono coinvolto in concorso.


©Riproduzione riservata




A Cura di

Marianna Vallone

Giornalista per professione e comunicatrice per passione, sono alla continua ricerca di storie da raccontare e tramonti da immortalare. Nata sulla costa di Maratea ma morigeratese da sette generazioni. Vivo nel cuore verde del Cilento e sono felice. Faccio domande anche quando conosco le risposte, perché continuo a pensare che l’essere umano sia il viaggio più bello da fare.
Tutti gli articoli di Marianna Vallone

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019