“Dalla parte del corto”: la rassegna di cortometraggi ad Albanella in occasione di “Botteghe d’autore”

0
15

L’8 agosto ad Albanella, all’interno della tre giorni multidisciplinare “Botteghe d’autore”, fra libri, cinema e musica, si svolgerà “Dalla parte del corto”: 7 cortometraggi diretti da filmmaker provenienti da tutto il mondo.

La serata si concluderà con il concerto di Peppe Voltarelli.

Di seguito alcuni dei corti che parteciperanno alla kermesse con le dichiarazioni dei registi che si sono raccontati a Giornale del Cilento.

“Corti” (15′) di Angelo Cretella, con Leo Gullotta, Ernesto Cunto, Francesco Esposito – 2011 – Italia
«Sono Angelo Cretella, ho 32 anni e vivo in provincia di Caserta. Da alcuni anni ho iniziato questo lavoro e con mille difficoltà ho raccolto, insieme alla piccola casa di produzione Blow Up Film, alcuni buoni risultati. Da ultimo il premio come miglior cortometraggio al Giffoni Film Festival 2012 nella categoria Generator +18. Quello che mi interessa è poter raccontare storie, attraverso il cinema, che non siano di semplice intrattenimento ma d’impegno sociale e che possano in qualche modo far riflettere chi le guarda. I miei maestri di riferimento sono Ken Loach e i fratelli Dardenne. Mi piace moltissimo questo lavoro, non mi piace molto l’ambiente intorno a questo lavoro e soprattutto non so raccontarmi».

“Cose Naturali” (20′) di Germano Maccioni, con Roberto Herlitzka,Angela Baraldi, Tatti Sanguineti, Ivan Zerbinati – 2011 – Italia
«Nato a Bologna nel 1978 Germano Maccioni lavora da anni tra il cinema e il teatro. Nel 2008 realizza il documentario “Lo stato di eccezione”, vincitore del Premio Bizzarri, nel 2009 My Main Man. Gira “Appunti per un film sul Jazz a Bologna”, presentato in numerosi festival nazionali ed internazionali. Nel 2011 esordisce nel cinema di finzione con il corto “Cose Naturali”, già premiato in vari festival e finalista ai Nastri d’Argento. Nel maggio 2012 presenta al Festival Poiesis insieme ai fratelli Taviani il suo nuovo documentario sulle carceri, “I giorni scontati”».

“Paper Memories” (7’55”) di Theo Putzu, con Josep Vilavert Manyà, Elena Espana – 2010 – Spagna
«Theo Putzu è semplicemente un sognatore che cerca di raccontare la vita da un punto di vista “altro”».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here