Polla, ladro ruba oro dalla bara e poi sistema la salma: indagini aperte

Infante viaggi

Profanato ancora una volta il cimitero di Polla. Nella notte dell’ultimo mercoledì di settembre il primo episodio, ieri, martedì 9, un altro vile gesto. Nella prima occasione i ladri hanno oltraggiato centinaia di lapidi. Sono stati rubati portafiori, oggetti di ogni genere e canali in rame. Chili e chili di rame sono stati portati via. Si potrebbe trattare di una banda che si è poi dedicata al profanazione delle tombe. I malviventi hanno rubato anche suppellettili e oggetti sacri.

Ieri, invece, si potrebbe trattare si un solo individuo che ha sostanzialmente aperto una bara, di una persona defunta circa dieci anni fa, asportandone tutto l’oro che il defunto indossava e mettendo tutto come era prima, per poi darsi alla fuga. La raccapricciante scoperta è stata fatta proprio dai familiari del defunto, i quali si sono accorti che c’era qualcosa di strano vedendo, mosso il terreno che copriva la bara del loro caro. Subito sono stati allertati i vigili urbani di Polla e i carabinieri della locale stazione. Toccherà proprio ai militari cercare di ricostruire la dinamica del furto e dare un nome al ladro, si presume uno, che ha profanato la bara.

  • Vea ricambi Bellizzi

©Riproduzione riservata

  • Lido La Torre Palinuro
  • Vea ricambi Bellizzi
  • assicurazioni assitur
  • Lido Urlamare Palinuro