• Home
  • Economia
  • Con il bike sharing Agropoli promuove la mobilità ecosostenibile

Con il bike sharing Agropoli promuove la mobilità ecosostenibile

di Federico Martino

riceviamo e pubblichiamo

foto archivio

 

 

 

 

 

 

 

Il Comune di Agropoli promuove la mobilità ecosostenibile con il “bike sharing”, la condivisione delle biciclette. L’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Franco Alfieri, in tale ottica, ha approvato il progetto preliminare che parteciperà al bando del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare “Bike sharing e fonti rinnovabili” pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 16/04/2010.

«Alla pari di alcune importanti città di Italia, come Milano, Roma, Ferrara, Udine, Parma – afferma il sindaco Alfieri – anche la città di Agropoli si appresta ad attivare il servizio di bike sharing per offrire un mezzo alternativo all’uso dell’auto sul territorio cittadino. Già nel corso dell’ultima estate è stato positivo il riscontro per la possibilità di noleggiare biciclette presso gli infopoint turistici».

«Questo sistema – spiega il primo cittadino agropolese – che si colloca nel quadro di iniziative di contenimento delle emissioni di CO2, vuole essere da una parte un servizio pubblico che rappresenti un seria alternativa al proprio mezzo di trasporto privato a motore e dall’altra uno strumento di pianificazione strategica in termini di mobilità e intermodalità. Cittadini e turisti potranno percorrere e raggiungere i punti principali della città utilizzando delle biciclette elettriche».

Nell’area comunale verranno realizzati sistemi integrati di ciclo-posteggi e servizi per il prelievo e la riconsegna delle biciclette e la ricarica delle batterie delle biciclette elettriche. Ogni cittadino o turista potrà utilizzare la bicicletta in qualsiasi parte della città dotata di bike sharing con un unico biglietto/abbonamento.

Previste 7 stazioni di scambio, ciascuna dotata di 5 biciclette, da ubicarsi nei seguenti punti strategici della città: Piazzetta “Caduti di Nassyria”, al centro della città, lungo via Pio X; porto turistico, in prossimità della capitaneria di Porto; all’interno dell’area della futura stazione dei pullman di via S. D’Acquisto; parcheggio località Trentova; piazzale antistante la stazione ferroviaria; lungomare San Marco, antistante caserma guardia di Finanza; lungomare San Marco, piazza “Gallo”.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019