• Home
  • Cronaca
  • Rintocchi a Scario per l’ultimo saluto a Ginevra, la bimba di due anni positiva al Covid

Rintocchi a Scario per l’ultimo saluto a Ginevra, la bimba di due anni positiva al Covid

di Maria Emilia Cobucci

Il rintocco della campane del campanile della chiesa “Immacolata” di Scario, frazione costiera del Comune di San Giovanni a Piro, si è diffuso in tutto il paese alle 15 in punto nel ricordo della piccola Ginevra. La bambina di due anni di Mesoraca, in Provincia di Crotone, deceduta lo scorso 29 gennaio a causa di forte insufficienza respiratoria dovuta al Covid-19. L’intera comunità, nel momento dei funerali, con un piccolo gesto ha voluto ricordare la tragica  scomparsa della piccolina e stringersi in un abbraccio con la famiglia della piccolina. Un gesto di solidarietà voluto da Giuseppe di Mauro, originario di Scario, e collega del papà della bambina. Un gesto apprezzato e subito condiviso dal parroco della chiesa dell’Immacolata Don Tonino Cetrangolo, sempre attento e disponibile verso la propria comunità e tutti i bisognosi. Come in questo caso la famiglia di Ginevra, la cui vita è stata interrotta bruscamente a soli 2 anni. La bambina dopo essere stata trasferita d’urgenza dall’ ospedale di Catanzaro al Bambino Gesù di Roma purtroppo non è riuscita a vincere la sua battaglia contro il virus .

©Riproduzione riservata




A Cura di

Maria Emilia Cobucci

Giornalista per scelta ma anche per passione. Da sempre. Testarda e determinata come ogni cilentana che si rispetti. Amo raccontare il mio territorio, ricco di bellezze ma anche di tante storie che tutti dovrebbero conoscere.
Tutti gli articoli di Maria Emilia Cobucci

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019