• Home
  • Economia
  • Credito: debiti bancari sospesi si attiva lo sportello Creditagri per le richieste di sospensione

Credito: debiti bancari sospesi si attiva lo sportello Creditagri per le richieste di sospensione

di Maria Antonia Coppola


A seguito del protocollo d’intesa sottoscritto il tre agosto scorso fra  il Ministero dell’Economia e delle Finanze e l’Associazione Bancaria Italiana e le maggiori organizzazioni professionali tra cui Coldiretti, è attivo anche a Salerno lo sportello per richiedere la sospensione temporanea dei debiti bancari.
Anche le imprese agricole possono accedere a questa misura anticrisi, i debiti che possono essere sospesi sono:
– sospensione per un anno della quota capitale per mutui a medio – lungo termine (oltre i 18 mesi)  ipotecari e non;
– sospensione per un anno del pagamento dei canoni di leasing immobiliare;
– sospensione per sei mesi del pagamento dei canoni di leasing mobiliare;
– allungamento di nove mesi delle scadenza debitorie di breve termine su anticipazione bancarie su crediti certi ed esigibili.  
Nei primi tre casi si verifica una sospensione nel pagamento delle rate e dei canoni per il periodo indicato, prolungando di fatto l’ammortamento di un anno e riposizionando il rimborso del capitale “sospeso” sui restanti anni di ammortamento (x anni + 1).
Quanto all’allungamento di 270 gg dei debiti a breve termine, la sospensione è accordata su finanziamenti concessi per anticipazioni di crediti e prevede un “rifinanziamento” per ulteriori 9 mesi rispetto alla naturale scadenza del debito originario.
Sono ammissibili alle agevolazioni le Imprese che si trovino in difficoltà temporanea, e che necessita di un aiuto per superare la crisi e le momentanee difficoltà dopo un mirato piano riorganizzativi sul profilo economico e finanziario.
Sono ammissibili agli interventi le Imprese Agricole che alla data del 30 settembre 2008 non avevano situazioni classificabili come pregiudizievoli e bloccanti, ovvero:
1. si trovavano  alla data di cui sopra “in bonis” rispetto alle posizioni debitorie con le Banche;
2. non presentino posizioni di debito “a sofferenza” o “ristrutturate” alla data della richiesta di intervento;
3. abbiano rate scadute e non pagate da non più di sei mesi dalla data di presentazione della domanda;
4. non vi siano sulle posizioni di debito bancario aiuti e agevolazioni a valere su contributi pubblici.
Sotto il profilo dei costi e delle condizioni generali di erogazione dei servizi:
– all’impresa non verranno applicati tassi diversi da quelli pattuiti nel contratto iniziale di finanziamento;
– non sono applicabili interessi di mora e spese aggiuntive straordinarie per il periodo di sospensione;
– non sono previste spese di istruttoria e commissioni;
– non saranno chieste alle Imprese garanzie aggiuntive per dare corso all’accesso ai benefici.
Lo sportello CreditAgri attivo presso Coldiretti Salerno è disponibile ad accogliere le richieste di sospensione e seguire le imprese agricole nell’iter istruttorio per accedere all’agevolazione

 

Comunicato stampa Coldiretti

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019